0 oggetti | €0

Linguaggio del corpo: Cosa ci fanno le mani ?



Le mani, sono parte integrante del processo comunicativo e del linguaggio del corpo, e non sono da meno a nessun altra parte del nostro corpo in questa attività.

linguaggio del corpoDifatti spesso qualsiasi gesto che facciamo, qualsiasi espressione che assumiamo con gli occhi ( ad esempio) è accompagnata dal movimento delle mani, che ne vanno a sottolineare l’ importanza ed a determinare spesso se quell’ espressione fatta è positiva o negativa.

Alzare gli occhi al cielo ad esempio può far credere al nostro interlocutore, che siamo infastiditi dal suo comportamento per esempio, ma associandone un movimento delle mani possiamo dare letteralmente un significato a quella nostra espressione ed è il linguaggio del corpo che cambia.

Di solito si dice che mentiamo con gli occhi e ci vergognamo con i piedi, a mio avviso è giusto dire che spieghiamo, sottolineiamo e rafforziamo o sminuiamo un discorso con un semplice gesto delle mani e linguaggio del corpo.

Proprio per la loro importanza in campo comunicativo, qualsiasi gesto fatto con le mani è stato interpretato e si è cercato di dare una definizione.

Credo in primo luogo che le mani siano importanti nella comunicazione per l’ attenzione che riescono ad attrarre verso se stesse da un altro soggetto e del linguaggio del corpo.

Le mani sono una parte del corpo ben in vista, altamente mobili e capaci di fare migliaia di movimenti insieme agli arti superiori è fra i modi migliori per parlare il linguaggio del corpo.

Proprio per via della loro posizione  e dei movimenti, sono guardati dall’ altro con attenzione alla pari di altre parti del corpo come gli occhi ad esempio.

Difatti se si sta un po attenti quando si intraprende un discorso con una persona, si noterà che la prima cosa che si guarda è il volto ponendo attenzione sugli occhi e sulla bocca oltre che al mento ( per captarne i movimenti di accettazione o rifiuto ad esempio), ma allo stesso momento anche se non sono magari nel nostro campo visivo, si tende a cercare di capire proprio i movimenti delle mani.

Questo accade perché abbiamo bisogno di capire a fondo il concetto spiegato dall’ altra persona, cosa che non potremmo fare osservando solo gli occhi seppur importantissimi nella comunicazione. Dalle mani si evince anche che tipo di persona abbiamo difronte, si può capire il suo carattere, i suoi stati d’animo semplicemente dalla sudorazione o dall’ intensità della stretta di mano e del linguaggio del corpo.

Come in utti gli aspetti della comunicazione, ovviamente non esiste una scienza esatta, o comunque non ci si può fare di affidamento du solo alcuni parametri o stereotipi e linguaggio del corpo.

Ad esempio una stretta di mano forte e vigorosa potrebb infastidire, o addirittura piacere al nostro interlocutore dove si nota il suo linguaggio corporeo.

Partendo da questo dato di fatto, bisogna fare un passettino indietro e capire che il processo comunicativo, soprattutto per un venditore inizia con il primo contatto che si ha col cliente dove c’è sempre il linguaggio del corpo.

Ad esempio per un venditore che fissa gli appuntamenti telefonicamente, è quello il suo primo approccio, e se da una certa sensazione, dall’altra parte si sente la voce e si visulaizza il linguaggio del corpo se trasmette determinate cose al suo interlocutore; quando si presenterà all’ appuntamento dal vivo per far si che possa proseguire la comunicazione deve continuare a dare lo stesso messaggio che ha dato telefonicamente. Anche il linguaggio del corpo deve cambiare.

Inutile fare i dolci e amichevoli telefonicamente per fissare un appuntamento, e quando ci si vede dal vivo si stacca un braccio al cliente !!  non bisogna seguire alla lettera gli insegnamenti dei vari formatori conosciuti man mano nella nostra vita, spesso hanno il compito di darci un infarinatura solo su determinati argomenti  e del linguaggio del corpo o comunque in modo superfiiale senza approfondire in modo personale ( non ne avrebbero il tempo in quella sede). In tempo di crisi la competenza funziona e il linguaggio del corpo.

Una volta capito questo sarà piu’ facile essere se stessi e anzicchè staccare il braccio ad un cliente, semplicemente ed in modo naturale si darà ad egli una stretta di mano DECISA E COINVOLGENTE, come la si da ad un amico che si conosce da anni e anche il linguaggio del corpo.

Giovanni Garavello.

Ps.

Il linguaggio del corpo è lo studio dei movimenti del corpo e dei corpi.

 




0 commenti /

Lascia un commento →

Lascia il tuo commento