La teoria di Hellinger sulle costellazioni famigliariIdeate da Bert Hellinger, le costellazioni familiari rappresentano oggi un metodo di psicoterapia ancora in fase di studio e approfondimento e, di conseguenza, ancora prive di prove scientifiche in merito alla loro efficacia.

Basate su teorie diverse riprese da alcune importanti scuole di pensiero legate all’ambito psicologico, le costellazioni familiari di Bert Hellinger sono state teorizzate abbastanza recentemente: a partire dal 1980.

Queste teorie si sono sviluppate quasi in concomitanza con altri studi e teorizzazioni condotti da importanti esponenti del mondo della psicologia.

Tra i contributi più importanti alle teorie di Hellinger sulle costellazioni familiari, in particolare, ci sono quelle di Anne Schützenberger sulla cosiddetta Sindrome degli Antenati e quelle portate avanti dalle sorelle Doris e Lise Langlois evolutesi poi nella psicogenealogia; le costellazioni famigliari sono modelli per comprendere il mondo.

Costellazioni familiari e sistemiche: il concetto di sistema

Alla base della teoria sulle costellazioni familiari c’è il concetto di sistema riportato alla famiglia.

Questa, in particolare, viene intesa come rete di relazioni e rapporti tra individui che, in condizioni ben precise (in presenza di traumi dimenticati, per esempio) tendono a riproporsi a distanza di tempo nei posteri.

Il concetto di sistema e le teorie alla base delle costellazioni familiari, però, vengono spesso allargate dagli esponenti di questa disciplina ai diversi ambiti della vita fino ad abbracciare la società intera.

È per questo motivo che le costellazioni familiari vengono spesso accompagnate dalla parola “sistemiche”: si vuole sottolineare, cioè, che il concetto di sistema non è adattabile soltanto a livello famigliare ma riscontrabile anche in altri ambiti della vita (il lavoro, per esempio, o la comunità religiosa di appartenenza e, come già indicato, la società stessa).

Il concetto di “sistema famiglia” nelle costellazioni familiari nelle teorie di Hellinger

La tecnica delle costellazioni famigliari

La teoria delle costellazioni familiari di Hellinger considera l’individuo, al pari di numerose altre teorie psicologiche, non come singola entità ma come parte di un sistema più grande fatto di relazioni tra persone ed eventi positivi o traumatici: la famiglia.

Il sistema famiglia, allo stesso tempo, non viene considerato come un semplice insieme di individui ma come qualcosa di più evoluto, dotato di anima propria e soggetto a leggi e regole che sfuggono alla nostra comprensione.

La teoria delle costellazioni familiari, tramite l’osservazione e lo studio degli alberi genealogici e della storia della famiglia, tenta di scoprire queste leggi e portarle alla luce così da poter fornire un contributo più sensibile in merito al miglioramento della qualità della vita delle persone.

L’intuizione di Hellinger che sta alla base della teoria sulle costellazioni familiari consiste nel considerare ogni trauma dimenticato, ogni individuo rimosso dall’albero genealogico (perché magari soggetto a un destino poco felice) e ogni colpa non espiata, tendente a riprodursi successivamente nei posteri portando con sé sofferenza ed esprimendosi nella vita quotidiana con sintomi fisici e modalità di comportamento che, inconsciamente, la richiamano.

Soltanto quando l’evento traumatico dimenticato o la persona rimossa tornano alla luce attraverso la tecnica delle costellazioni familiari il sintomo è destinato a risolversi. Chi lo manifestava, quindi, viene liberato dal fardello gravoso tramandatosi inconsciamente tra i vari membri della famiglia.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento