Gli irretimenti nelle costellazioni familiariSi sente sempre più parlare delle costellazioni familiari come metodo di trattamento per problemi individuali o di coppia che non riescono a trovare soluzione con i tradizionali metodi di psicoterapia.

La teoria delle costellazioni familiari può effettivamente portare beneficio dove altre forme di psicoterapia hanno fallito. Le sue basi, infatti, sono diverse così come il suo approccio.

Nonostante abbia finora aiutato numerose persone a superare situazioni problematiche, però, non ha ancora ottenuto un pieno riconoscimento scientifico; ma come funzionano le costellazioni familiari?

Quali sono le problematiche che possono essere risolte con le costellazioni familiari?

In realtà, le costellazioni familiari tendono a risolvere problematiche diverse. Avete mai avuto, per esempio, l’impressione che una famiglia possa essere stata in qualche modo maledetta?

Alcune volte sembra che la sfortuna torni a colpire sempre e inesorabilmente dove è già passata come se fosse quasi insita nel codice genetico delle persone che fanno parte dello stesso nucleo familiare.

Ecco, questo potrebbe essere uno dei campi d’applicazione delle costellazioni familiari: non tanto la sfortuna in sé ma il ripetersi di eventi traumatici inspiegabili nella stessa famiglia soprattutto se questi tendono a verificarsi sempre nello stesso periodo.

Di che problemi si parla? Incidenti stradali, per esempio, problemi di coppia, malattie psicologiche o fisiche, infelicità, suicidi e moltissimo altro ancora.

Quando la sfortuna sembra accanirsi sui membri di una stessa famiglia allora potrebbe non trattarsi di semplice casualità.

Gli irretimenti teorizzati nelle costellazioni famigliari e le loro cause

 

La teoria di Hellinger

La causa potrebbe essere l’esistenza di uno degli irretimenti teorizzati dalle costellazioni familiari, ovvero una serie di schemi che tornano a riproporsi tra le persone di un nucleo familiare al fine di riportare alla luce qualcosa di importante ma dimenticato.

Tra le cause più frequenti che possono dar vita agli irretimenti, in particolare, c’è l’ingiustizia subita o provocata:

  1. un omicidio commesso da un avo e mai scoperto;
  2. un bambino nato morto e mai pianto;
  3. un suicidio mai riconosciuto;
  4. un importante segreto nascosto e mai svelato.

Questi, però, sono soltanto alcuni degli aspetti che possono in qualche modo trovare manifestazione nella vita reale.

Essi, seppure dimenticati dalle generazioni a venire, tendono a riproporsi nella vita dei posteri fino a quando non trovano un adeguato riconoscimento oppure quando l’ingiustizia viene riconosciuta.

A manifestare gli irretimenti, in particolare, secondo la teoria delle costellazioni familiari sono principalmente i bambini perché sono i membri più fragili e allo stesso tempo coloro che sentono di più il legame con la famiglia di appartenenza.

Grazie alla tecnica delle costellazioni familiari è possibile individuare la problematica che ha provocato l’irretimento e una volta riportata alla memoria la persona che ha subito l’ingiustizia o che ha dato vita al ripetersi dello schema, l’irretimento tende a risolversi naturalmente.

Sono molte le persone che hanno trovato beneficio nella tecnica delle costellazioni familiari: si tratta, infatti, di una teoria affascinante che sembra riuscire a intervenire positivamente lì dove gli altri falliscono.

1 Commento

Lascia un commento
  • salvatore fiananese

    Wow questo metodo non lo conoscevo fino a quando ,senza sapere come mi sono ritrovato dentro!!!

    Beh attualmente è il seminario energetico piu potente mai svolto ,dove sono andato a sbloccare un situazione molto molto importante.
    Il giorno dopo il mio corpo aveva bisogno di un nuovo equilibrio è ho avuto febbre e sono stato male per due giorni!

    Ora a distanza di mesi è davvero cambiata moltissimo la situazione in famiglia ,i rapporti e l’energia che si respira.

    Secondo me questo metodo è potentissimo ,ma per persone che non hanno almeno una minima base di meditazione o consapevolezza,potrebbe essere troppo
    traumatico .
    Consiglio di avvicinarsi pian piano a questa tecnica ,perchè davvero smuove l’infinito!!!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento