La terapia sistemica e le costellazioni familiariLa terapia sistemica, al pari della teoria delle costellazioni familiari, viene tipicamente utilizzata per risolvere i problemi che sorgono all’interno delle famiglie e che si manifestano nei singoli con disagi psichici o relazionali.

Nonostante il comune campo d’azione, però, la differenza tra l’uno e l’altro approccio è notevole.

Uno dei nessi che intercorrono tra la terapia sistemica e il metodo delle costellazioni familiari è il considerare il singolo come un individuo immerso in un complesso insieme di relazioni legate al suo ambiente di vita.

In entrambi i metodi il portatore del sintomo diventa simbolo di una famiglia squilibrata in cui sono presenti problemi principalmente a livello comunicativo, proprio come accade nel caso di una coppia, e qui entra in gioco la psicoterapia di coppia nell’ambito delle costellazioni familiari.

La famiglia come sistema, il nesso tra la terapia sistemica e il metodo delle costellazioni familiari

Sia la terapia sistemica, sia il metodo delle costellazioni familiari, quindi, affidano alla famiglia un ruolo di fondamentale importanza e sono proprio le relazioni che avvengono al suo interno il principale campo di ricerca di questi metodi.

Entrambi questi approcci la considerano come un sistema dotato di leggi proprie e particolarmente sensibile ai cambiamenti: in virtù delle relazioni tra i singoli componenti, ogni cambiamento ha la sua risonanza anche su tutti gli altri.

L’obiettivo della terapia sistemica è quello di riportare alla luce il problema o il trauma avvenuto all’interno della famiglia che ha generato il sintomo nel singolo.

Il metodo delle costellazioni familiari persegue lo stesso obiettivo ma concentra la sua attenzione sugli irretimenti legati a traumi passati di cui il singolo può essersi fatto, suo malgrado, inconsciamente portatore.

La coscienza collettiva e il ruolo del singolo nella manifestazione del disagio del gruppo

Costellazioni FamiliariLa terapia sistemica proposta dal metodo delle costellazioni familiari riconosce una sorta di coscienza collettiva all’interno del sistema famiglia: una coscienza di cui non ci si rende conto consciamente ma che orienta e indirizza le nostre vite quotidianamente.

Tale coscienza ha come unico obiettivo quello di mantenere l’intero sistema in equilibrio e, per questo, è particolarmente sensibile alle violazioni dei cosiddetti Ordini dell’Amore.

La terapia sistemica proposta da Hellinger, però, non si limita a considerare il presente.

Si basa, infatti, sulla convinzione che determinati eventi traumatici continuino ad avere la loro risonanza per intere generazioni trovando poi manifestazione in malattie psico-fisiche o disagi nelle relazioni.

Tali eventi possono comprendere, per esempio:

  1. la morte prematura di un bambino;
  2. un suicidio;
  3. un omicidio;
  4. un qualsiasi altro evento che abbia avuto una tale risonanza nella famiglia da determinare la sua rimozione dalla coscienza personale dei singoli componenti (un evento, per esempio, di cui nessuno più parla e che di conseguenza viene ignorato dalle generazioni successive).

L’obiettivo di questa terapia sistemica è portare alla luce questi eventi traumatici avvenuti in passato e aventi per protagonisti persone, eventi e situazioni che magari la persona portatrice del sintomo ignora o non conosce.

Il campo d’azione delle costellazioni familiari, quindi, è molto più ampio rispetto a quello che caratterizza la terapia sistemica perché abbraccia un gruppo di persone più numeroso che comprendere anche parenti vissuti in passato e mai conosciuti.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento