il metodo di HellingerQuando si parla di psicoterapia di coppia, ci si riferisce all’aiuto che sempre piu’ spesso le coppie  si sentono di provare come ultimo appiglio, per cercare di salvare un rapporto in crisi. Oltre ai metodi tradizionali, già da qualche anno, si parla anche di psicoterapia di coppia con il metodo delle costellazioni familiari. Metodo che, portato alla luce dallo psicoterapeuta tedesco Hellinger, consiste nel privilegiare la percezione attraverso il cuore.

In questo nuovo modo di guardare la realtà che è essenzialmente empirico, il terapeuta e il “paziente”, entrano in uno stato di raccoglimento profondo con loro stessi, per poi sentirsi pronti a relazionarsi con gli altri, che chiaramente nel caso della psicoterapia di coppia, sarebbe il nostro partner.

La rivoluzione delle costellazioni familiari consiste nel fatto che il percorso svolto con lo specialista, non è rivolto alla soluzione dei problemi, ma a creare nel paziente una diversa percezione della realtà, attraverso il “ sentire profondo”. Esperienza questa che poi risulta essere utile per tutte le circostanze della vita, cambiando il soggetto proprio nell ‘interiorita’.

Psicoterapia di coppia: ecco il metodo Hellengeriano

Rispetto alla psicoterapia di coppia tradizionale, quella svolta con il metodo Hellengeriano, non pretende di analizzare o giudicare il rapporto, ma lavora sull’immediato, sul qui ed ora. Il paziente racconta il suo disagio, grazie al racconto prende il via la rappresentazione vera e propria. Il cliente guardandosi rappresentato in terza persona riesce a guardare con più chiarezza il disagio che vive, e riesce ad analizzarlo con più lucidità, interiorizzando il contesto. In altre parole attraverso il “mettere in scena”, al paziente viene data la possibilità di vedere non solo la situazione che si è creata, il prodotto, ma anche le situazioni che l’hanno provocata, ovvero quali sono state le cause scatenanti; leggi di Bert Hellinger e dell’importanza delle costellazioni familiari.

Parlando di psicoterapia di coppia, e’ la coppia che viene ascoltata, anche se nella maggior parte dei casi prendono parte alla rappresentazione anche figli ed eventuali altri familiari anche se restano dei soggetti non parlanti, solo scenografici per esplicare meglio le dinamiche familiari. Ma questo nuovo metodo di psicoterapia funziona davvero? A questa domanda non e’ molto semplice dare una risposta anche perche’ a riguardo ci sono diverse scuole di pensiero. Per dovere di cronaca dobbiamo dire come primo punto che la costellazioni familiari non hanno alcuna valenza scientifica, non sono state accettate infatti dalla scienza tradizionale.

Il concetto di amore e rispetto alla base della psicoterapia

 

i principi base della psicoterapiaLa psicoterapia Hellengeriana si basa soprattutto sul concetto di amore e rispetto. Amore che riusciamo a sperimentare solo se siamo in sintonia con gli ordini, che appunto lo psicoterapeuta definisce “ordini dell’amore” e “ordini dell’aiuto”. Secondo Hellinger lavorare a livello del cuore e non della razionalità, implica un imparare a sentire la realta’ ad un piano differente, superiore.

Questo permette allo stesso tempo, di intervenire con più immediatezza a livello terapeutico. Proprio a questo proposito, possiamo dire che Hellinger ha voltato lo sguardo verso l’importanza del cuore, aprendo una strada del tutto nuova nel mondo della psicoterapia, che invece era sempre rimasta concentrata sulla mente.

Nei problemi delle relazioni di coppia, ad esempio, il luogo in cui l’amore è bloccato appare spesso il senso di innocenza che i partner cercano di mantenere verso le famiglie d’origine, atteggiamento magari dovuto all’educazione ricevuta. A questo proposito appare illuminante una frase di Hellinger che mi sembra necessario citare: “Spesso il prezzo dell’amore sono i sensi di colpa. L’amore esige il coraggio di diventare colpevoli nel modo giusto”.

Altra dinamica fondamentale che agisce in tutte le relazioni, e maggiormente all’interno della coppia, è l’equilibrio tra il dare ed il ricevere. Queste due azioni infatti creano due diversi stati d’animo, quello di sentirsi in credito o in debito che ci farebbero sentire innocenti o in colpa. L’ordine dell’equilibrio è alla base di tutte le relazioni, infatti sia colui che dona, che colui che riceve, si sente in pace con se stesso e con gli altri; solo quando avrà dato o preso con tutto se stesso.

I problemi nasceranno quindi, quando uno dei partner si sentirà troppo superiore rispetto all’altro, tanto da amplificare una reazione di fronte ad un torto subito dal partner. In questo caso l’ordine dell’equilibrio risulterà danneggiato, e la relazione di conseguenza sarà in pericolo. La psicoterapia, mettendo di fronte a questa nuova realtà la coppia, ha il merito di riequilibrare il rapporto, creando quelle basi che serviranno anche per il futuro.

Per ridare ordine al sistema familiare è necessario, quindi, riequilibrare e rispettare altre cinque dinamiche che condizionano l’espressione dell’amore: “il rispetto del diritto di appartenenza di tutti i membri”, “nessun membro della famiglia può essere escluso dalla stessa. “Il mantenimento dell’integrità del sistema”. “gli individui che appartengono ad un sistema di relazioni, si sentono integri solo quando l’intero insieme è rappresentato in ognuno di loro”. “La tutela della gerarchia fondata sull’ordine temporale”.

Le persone che entrano per primi nel sistema hanno una precedenza gerarchica, rispetto a coloro che entrano successivamente. “Il rispetto dell’ordine di priorità tra sistemi relazionali diversi”. Il nuovo sistema ha priorità rispetto a quello precedente.

Nel pratico la nuova relazione di coppia ha la priorità rispetto alla famiglia d’origine.  Ultimo punto è quello che riguarda “L’accettazione dei limiti temporali”. Bisogna lasciarsi modificare dalla vita, avendo la forza di lasciarsi alle spalle tutto quello che ha condizionato, o continua ad interferire sul presente; senza avere effetti positivi sulla nostra vita. Per dirlo con parole di Hellinger: “Prima o poi il passato deve essere superato affinchè il sistema trovi la pace”.

Alla luce di tutto questo, adesso appare più chiaro rispondere alla nostra domanda iniziale. Forse questo nuovo modo di fare psicoterapia riesce davvero a dare dei risultati eccellenti, anche perché  nella maggior parte dei casi, quando si impara ad ascoltare il cuore, e a vedere con gli occhi dell’amore, le cose ci appaiono più chiare, dando quel supporto che spesso ci manca nella vita quotidiana. Proprio questo crediamo sia il dovere della psicoterapia di coppia, far si che la coppia impari ad ascoltarsi davvero!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento