curare la depressione senza farmaci è possibileLa depressione è una malattia che ogni anno colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Le cause sono molto diverse fra di loro e le ragioni dell’insorgenza chiedono spesso un’associazione con traumi, grandi dispiaceri, oppure conseguenze derivate da lunghe malattie debilitanti.

Curare la depressione seguendo i dettami della medicina tradizionale, significa molte volte affidarsi a farmaci che inibiscono il sistema nervoso, chiamati anche psicofarmaci.

Questo significa che i sintomi caratteristici della malattia risultano inibiti, bloccati, ma la malattia non viene affrontata in modo profondo e concreto, in quanto appena si smette di assumere questa tipologia di farmaci, i problemi legati alla sua natura riemergono.

Curare la depressione senza gli psicofarmaci è una via percorribile, o perlomeno si può tentare di coadiuvarne l’assunzione con prodotti alternativi in casi molto gravi; alcuni di questi metodi alternativitrovano il loro punto di forza nell’utilizzo delle piante officinali; cura con le erbe, ecco cosa può prevenire.

Curare la depressione senza psicofarmaci, ecco alcuni semplici consigli.

L’approccio delle terapie alternative alla cura della depressione è di matrice olistica. Questo significa che accanto alla somministrazione di prodotti mirati alla cura vi è una ricerca delle cause che si pongono alla base della malattia stessa.

Comprendere le cause, prenderne coscienza ed eliminarle alla radice, si presenta come l’unico modo per risolvere il problema in modo profondo e duraturo, in quanto conoscendo il proprio nemico si può sconfiggerlo a viso aperto.

Un cammino di questo tipo è sicuramente difficile e doloroso, in quanto molte volte si può scavare in un passato non piacevole e analizzare un presente che porta con se dispiaceri o situazioni non equilibrate. Con l’aiuto di specialisti del settore può comunque iniziare un cammino di scoperta utile e profondo, magari lasciandosi aiutare da pratiche quali la meditazione profonda, l’ipnosi oppure la metamedicina.

Mentre la metamedicina chiede di trasformare le cause della patologia in punti di forza a proprio favore, l’ipnosi e la meditazione chiedono di compier un’analisi profonda del proprio vissuto, riportando a galla degli aspetti che molte volte possono essere le cause inconsapevoli della depressione.

Una volta compreso l’aspetto mentale della depressione si procede all’assunzione di prodotti naturali mirati a coadiuvare la guarigione

 

Ecco che l’erboristeria, la fitoterapia, ma anche l’omeopatia e i Fiori di Bach, propongono prodotti a base naturale capaci di aiutare a sconfiggere i sintomi della depressione in modo dolce.

I sintomi depressivi riguardano sia un aspetto mentale, con la presenza di diffusa malinconia, tristezza e isolamento, che gli aspetti più fisici, con debolezza delle membra, difficoltà nei movimenti e nella respirazione, accelerazioni cardiache e senso di nausea e di vertigine.

Molti sono purtroppo i sintomi fisici e mentali della depressione e i prodotti naturali devono cercare di sanare ogni aspetto collegato. Ecco che ognuno di noi dovrà scegliere il prodotto più corretto alle proprie esigenze, tenendo conto dei sintomi avvertiti e delle necessità quotidiane.

 

lo yoga aiuta a curare la depressioneIl mondo delle erbe  aiuta a curare i sintomi depressivi con l’assunzione di particolari piante, conosciute fin dall’antichità per le doti distensive, calmanti e addolcenti. Tra esse vi sono l’iperico, la valeriana, la passiflora, la melissa e la camomilla. Un buon erborista saprà consigliare le dosi più adatte e i momenti di assunzione, in quanto molte di queste erbe hanno un potere molto calmante e sono quindi indicate da assumere alla sera.

Un’importante ingrediente da assumere è certamente il magnesio. In parole semplici, quando si soffre di depressione, il cervello ‘mangia’ continuamente il magnesio che trova disponibile. Questo porta ad un indebolimento generale, in quanto il magnesio serve alla muscolatura del corpo in modo assoluto. In situazioni di depressione, la carenza di magnesio è una delle cause dei dolori muscolari e della spossatezza, bisogna quindi integrarlo con un’assunzione costante e importante nelle dosi.

All’assunzione di prodotti naturali può essere affiancata la pratica di massaggi energetici, capaci di sbloccare particolari punti del corpo bloccati e soprattutto iniziare a praticare lo Yoga, disciplina molto indicata nella cura naturale della depressione.

Lo Yoga riesce a compiere due importanti funzioni sull’organismo, la prima è di renderlo forte sia sotto il punto di vista della muscolature che delle articolazione, e la seconda si basa sulla capacità di imparare a respirare nel modo più corretto.

Respirare bene significa:

1- inglobare più ossigeno ed espellere più tossine, quindi rafforzare l’organismo

2- sgonfiare la pancia che solitamente in situazioni di depressione si gonfia a causa dell’accumulo di tensioni

3- poter affrontare gli eventuali attacchi di panico attraverso la respirazione volta a sedare il sistema nervoso

Ecco che curare la depressione senza psicofarmaci è possibile e auspicabile, in quanto esistono pratiche alternative che realmente possono aiutare a sconfiggere il problema in modo naturale. Certamente il percorso sarà lungo, ma ricco di amore per se stessi. Si potrà conoscere in modo profondo la propria mente, analizzarla e crescere in un percorso di autocoscienza, lasciandosi aiutare dalla natura e soprattutto diventando ogni giorno più forti e consapevoli.

 

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento