come curare emorroidi e infiammazioni scegliendo cibi sani e freschi La causa delle emorroidi, doloroso disturbo che interessa la zona anale, sono varie. In alcuni casi esse possono presentarsi doloranti a causa di infiammazioni dovute a cause anche ereditarie, ma per la maggior parte dei casi le cause dei disturbi sono da ricercarsi in una stipsi di natura prolungata oppure in conseguenza di uno stile di vita assolutamente scorretto. Consigli per come curare emorroidi e infiammazioni legate alla zona provengono sia dalla medicina tradizionale che dalle terapie alternative, in quanto esse sono curabili in diversi modi.

Su come curare emorroidi e disfunzioni particolari sono stati scritti fiumi di parole, in quanto il disturbo è di interesse molto comune e molto diffuso. Oltre ai preparati di origine vegetale per sanare la zona, importante è seguire dei consigli nell’alimentazione che oltre ad aiutare la guarigione possono scongiurare il perpetuarsi dell’infiammazione.

I metodi alternativi per guarire vengono ormai seguiti da milioni di persone in tutto il mondo, tali metodi sono applicabili nell’ambito delle più disparate patologie, ecco per esempio le cure alternative per la disfunzione erettile.

Come curare emorroidi e infiammazioni: ecco i migliori consigli legati all’alimentazione

Le emorroidi sono molte volte volte conseguenza di uno stile di vita superficiale e malsano, caratterizzato dall’abuso di sostanze alcoliche, da tanto fumo e da un’alimentazione sbagliata. Il consumo di alcuni cibi, infatti, spesso irrita le pareti intestinali, conducendo a stati di stipsi oppure a disturbi quali gonfiori, infiammazioni e conseguenti irritazioni della zona anale. I cibi da evitare in questo caso sono sicuramente quelli considerati irritanti, come:

  1. caffé
  2. thé
  3. spezie consumate in grande quantità
  4. cibi troppo ricchi di sale
  5. caccagione e carni rosse eccessivamente fibrose
  6. cibi fritti, troppo grassi o cotti in modo troppo elaborato
  7. cacao
  8. formaggi e insaccati stagionati
  9. tartufi
  10. crostacei

In funzione di curare e prevenire le emorroidi questi cibi vanno assolutamente limitati, in quanto il loro consumo porta molte volte a stati di irritazione per l’intestino a causa delle sostanze in essi contenuti.

L’importanza delle cotture va inoltre sottolineata, in quanto cuocere i cibi in modo sano e naturale rappresenta già in primo passo per mantenere le sostanze nutritive intere, rendere i cibi più digeribili e conservarne la quantità d’acqua naturalmente intrinseca in essi. Molte volte i fritti o le cotture elaborate disidratano i cibi, mentre per guarire dalle emorroidi il corpo necessità tanta idratazione e di un apporto completo di sostanze soprattutto minerali. Via libera a cotture come il vapore, la piastra e in alcuni casi la bollitura, sane e povere di grassi.

Ma quali sono i cibi ideali per curare le emorroidi?

 

le fibre si pongono come aiuto per come curare emorroidi e infiammazioni con l'alimentazioneEssi si basano su u principio di naturalezza, di cottura semplice e di contenuto di sostanze buone per l’organismo. Nel particolare una dieta mirata deve prevedere innanzitutto una grande percentuale di fibre, perfette per il transito intestinali e utili per aiutare gli stati di stipsi. Le fibre si trovano nei cereali integrali come il riso, il kamut, la crusca e l’avena e vanno consumate giornalmente soprattutto al mattino durante la colazione e inserendone una porzione in almeno uno dei pasti principali.

La frutta e la verdura devono essere consumate in modo continuo e abbondante, per favorire la diuresi e fare il pieno di vitamine e sali minerali. La verdura più indicata è quella a foglia verde, ma anche la famiglia dei cavoli e delle barbabietole rappresentano dei buoni sfiammanti. Nella varietà di frutta da consumare è meglio non annoverare gli agrumi, in quanto anch’essi possono diventare la causa di infiammazioni e preferire frutta più addolcente come le pere, le mele, le banane e le fragole.

I grassi ‘buoni’ devono essere introdotti attraverso il consumo di olio di oliva crudo, un alimento molto emolliente e il consumo moderato di frutta secca, al mattino e mai nelle ore notturne.

Anche le proteine devono essere previste, ma in casi così particolari il consumo deve essere mirato a proteine di origine vegetale, quindi derivanti soprattutto da legumi come fagioli, piselli, fagiolini e ceci e da proteine derivanti da carni magre come il pollo e il tacchino. Le carni rosse fibrose sono infatti meno digeribili e possono portare a difficoltà digestive.

Una regola importante per la cura delle emorroidi si basa sul bere moltissima acqua minerale. Grazie a questa pratica non solo la diuresi viene facilitata e con essa l’espulsine delle tossine, ma soprattutto viene mantenuto costante il livello di idratazione, con conseguente diminuzione della stipsi.

Ecco che l’alimentazione giusta per come curare emorroidi e infiammazioni si presenta semplice, non molto diversa da una normale alimentazione e soprattutto volta ad assicurare una grande varietà nei cibi scelti. Associando ad essa uno stile di vita buono e dell’attività fisica costante, il problema può risolversi, evitando di ripresentarsi anche in futuro.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento