come curare emorroidi in maniera semplice e naturaleIn questa guida spiegherò come curare le emorroidi in maniera semplice e naturale in modo da agevolare la risoluzione del problema e nello stesso tempo alleviarne i sintomi.

Le emorroidi sono una dilatazione anormale di una vena del retto o dell’ano che può essere interna o esterna a secondo della loro posizione. La parte dilatata si può infiammare oppure sanguinare.
Svolgono un ruolo indispensabile nel meccanismo di continenza delle feci, dei liquidi e dei gas.

In Italia le persone che soffrono di questo disturbo sono all’incirca 4 milioni, e colpiscono indistintamente sia uomini che donne. L’insorgenza del disturbo avviene tra i 45 e i 65 anni di età, ma naturalmente possono presentarsi anche prima, come nel caso di una gravidanza.

Secondo una recente statistica è stato dimostrato che il 90% della popolazione ha sofferto almeno 1 volta di questo problema; i rimedi naturali esistono praticamente per ogni tipo di problema, inclusa l’ipertensione; pressione alta ecco i rimedi erboristici.

Ma ecco quali sono le cause e gli eventuali rimedi per curare le emorroidi.

La causa esatta che porta alla patologia emorroidaria non è stata ancora individuata, ma tuttavia sono stati riscontrati alcuni fattori che possono causare la manifestazione della malattia: sforzi eccessivi, stitichezza o diarrea, gravidanza, alimentazione scorretta, e pulizia scorretta dell’ano.

Uno sforzo eccessivo può contribuire ad un aumento della pressione sanguigna nelle vene emorroidiali che si ingrossano a mano a mano, fino a diventare emorroidi veri e propri.

Un altro fattore che può provocare le emorroidi è la stitichezza e la diarrea. Infatti entrambe le situazioni stressano le funzioni intestinali.

metodi naturali per alleviare i sintomi delle emorroidiPer quanto riguarda invece la gravidanza, le emorroidi si formano a causa della pressione dell’utero la quale comprime e dilata allo stesso tempo le vene emorroidarie. Con l’aumento del progesterone nel corpo, le vene tendono a rilassarsi e quindi a dilatarsi provocando un’infiammazione attorno all’ano. Inoltre le emorroidi possono comparire sia durante la gravidanza che durante il parto.

Un altro motivo che può coadiuvare a sviluppare le emorroidi è l’alimentazione scorretta. Infatti è stato dimostrato che un’alimentazione povera di fibre produce delle feci secche e dure portando a volte un sanguinamento di emorroidi pre-esistenti.

Per quanto riguarda la pulizia scorretta dell’ano, è importante porre attenzione a come ci si pulisce dopo l’evacuazione. Infatti, strofinare troppe volte la carta igienica può infiammare la pelle attorno all’ano provocando la patologia.

Ma per trattare la malattia in maniera naturale ecco una pianta dalle mille risorse: l’ippocastano.

 

Infatti per curare le emorroidi, è stato dimostrato che i suoi estratti sono tra quelli ritenuti più efficaci per il trattamento delle stesse.. Il merito è dovuto all’escina e ai flavonoidi, in quanto svolgono un’azione antinfiammatoria e vasocostrittrice. Inoltre grazie alle loro proprietà, aiutano a migliorare sensibilmente la circolazione sanguigna ed alleviare i dolori.

Un’altro buon rimedio per curare le emorroidi è il rusco o il Pungitopo. Le sostanze presenti sono simili a quelle contenute nell’Ippocastano. Numerosi studi clinici hanno dimostrato la capacità di quest’altro prodotto fitoterapico di esercitare un’azione antinfiammatoria, vasocostrittrice e venotica.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento