cosa possiamo fare contro l'ansiaL’ansia è una combinazione complessa di emozioni come la paura, la preoccupazione e l’apprensione di fronte a un pericolo di natura indeterminata. Si può manifestare in ogni momento e per qualsiasi motivo.

Contro l’ansia è possibile prendere in esame alcuni espedienti naturali in grado di contrastare tale  patologia. Si tratta di alcuni rimedi naturali molto utili ed efficaci, come la fitoterapia, l’aromaterapia, e la gemmoterapia.

La fitoterapia si profila un eccellente rimedio contro l’ansia,ma la cosa più importante che si deve imparare a fare prima di tutto, è imparare a vivere il presente.

Infatti, cercando di vivere il presente, si evita di essere preoccupati di quello che accadrà domani o in futuro.

Per quanto riguarda l’impiego della terapia vera e propria, è innanzitutto  doveroso precisare che anche se si tratta di “farmaci naturali”, è fondamentale effettuare un utilizzo moderato di tali erbe, poiché un uso sproporzionato potrebbe causare degli spiacevoli episodi.

Pertanto è necessario sentire sempre il parere del medico o dell’erborista prima di sottoporsi a qualsiasi terapia citata precedentemente.

Detto questo, numerosi studi clinici hanno riscontrato che a parità di efficacia, i principi attivi estratti dalle piante hanno meno effetti collaterali rispetto ai farmaci tradizionali.

Proprio per tale motivo che molte persone hanno deciso di ricorrere all’uso di erbe naturali per combattere contro l’ansia, lo stress, l’insonnia e per tutti quei disagi di forma lieve che la vita ci riserva.

Tra le erbe ansiolitiche non possono mancare la valeriana, la melissa, la passiflora e il biancospino, la rodiola, e l’iperico.

La valeriana: grazie alle sue proprietà calmanti e sedative, favorisce il sonno e riduce in maniera eccellente gli stati di agitazione. Se vengono utilizzate dosi eccessive per un un uso prolungato, possono causare emicrania, aumento della pressione, palpitazioni, disturbi del sonno etc..

La melissa: è antispasmodica, può essere utilizzata sia sotto forma di infusi sia di alcolati (ansiolitica, rilassante, digestiva, antinfiammatoria, antiossidante).Grazie ai suoi benefici, è utilizzata non solo contro l’ansia, ma è nota anche per combattere gastriti, stress ed insonnia.

La passiflora: molti studi clinici hanno dimostrato la sua grande efficacia contro ansia e stress. E’ considerata un farmaco naturale sicuro, privo di tossicità. Può essere somministrata sotto forma di infuso o in gocce di tintura madre diluite con dell’acqua.

Il biancospino: è noto che questa pianta dai mille benefici è un buon espediente contro l’ansia, la tachicardia, e l’insonnia. Si ritiene oltretutto che sia in grado di reprimere la sensazione di angoscia, di vertigini grazie alla blanda azione sedativa.

La rodiola: è un fitoterapico idoneo da sfruttare in tutte le situazioni in cui il corpo e la mente necessitano di una spinta per incrementare il proprio rendimento. Dal punto di vista neuropsichico intensifica concentrazione, memoria e rendimento intellettuale. Se ci fossero anche dei problemi di sovrappeso, questa erba è molto efficace per contrastare la fame.

L’iperico: presenta attività antidepressiva e sedativa confermata da molti studi clinici. Secondo alcuni studi recenti, la pianta possederebbe anche una buona attività antivirale.

aromaterapia contro l'ansiaL’aromaterapia è un altro buon espediente contro l’ansia, basata sull’impiego di oli essenziali altamente concentrati, ricavati da piante officinali. La sua applicazione può migliorare sensibilmente la sensazione di benessere a livello fisico, mentale ed emotivo.

Gli oli prescelti possono essere applicati sulla pelle con un massaggio aromatico, oppure si possono utilizzare per inalazioni, o ancora per uso domestico.

L’aromaterapia è un trattamento olistico, per cui l’esperto cercherà di migliorare lo stato di salute del paziente piuttosto che curare la specifica sintomatologia.

 

Mentre la gemmoterapia studia l’utilizzo dei tessuti vegetali embrionali, come i germogli , i semi o le gemme per il mantenimento del benessere o per la cure di alcune malattie contro l’ansia, l‘artrite, varici e via dicendo…Vengono utilizzati dei principi attivi dei germogli, poiché si ritiene che abbiano qualità particolari rispetto alla sostanza della pianta in sé.

I gemmo-derivati vanno assunti dietro prescrizione di un fitoterapeuta o di un medico e acquistati presso le farmacie omeopatiche. Si assumono diluiti in acqua, e invece di ingoiarli subito, si trattengono in bocca per almeno 1 minuto affinchè siano assorbiti tramite la lingua.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento