Le terapie alternative possono aiutarci contro l'ansia?

Per chi soffre di ansia ritrovare la serenità perduta diventa un obiettivo quasi impossibile; si è disposti a tutto pur di soffocare il senso di agitazione, i pensieri ossessivi e i vari malesseri che contraddistinguono questa spiacevole patologia. A differenza dei farmaci di sintesi, che spesso peggiorano lo stato del paziente, le terapie alternative sono poco invasive per l’organismo e spesso anche migliori per efficacia.

Le terapie alternative, infatti, hanno un approccio alla patologia molto differente dalle classiche tecniche della medicina moderna, poichè tendono a ristabilire l’equilibrio psico-fisico dell’intero organismo.

I metodi alternativi a quelli tradizionali vengono utilizzati nell’ambito di molti disturbi della salute umana, anche i più comuni e apparentemente poco gravi, come russare; cosa fare per non russare? Rimedi naturali.

Terapie alternative: meno invasive e molto efficaci

I classici tranquillanti, come le benzodiazepine, servono solo a sedare il paziente causando per giunta tutta una serie di effetti collaterali come atassia, astenia, riduzione delle capacità cognitive e motorie, aumento di peso ecc. davvero deleteri per l’organismo.

Come detto prima, la natura ci offre molti rimedi per vincere l’ansia; se però la patologia dovesse essere pressante e quindi di una certa gravità che comporti l’inevitabile uso di farmaci di sintesi, le erbe medicinali possono, in alcuni casi, essere associati a questi, ma sempre e solo su consiglio di un medico esperto.

Terapie alternative per la cura dell’ansia

 

Il biancospino e le altre piante per combattere l'ansia

Oligoelementi

Abbiamo detto che l’ansia non è solo dovuta allo stress ma ad uno squilibrio generale dell’organismo. Quando si attraversano dei periodi dove la tensione è maggiore, alcuni oligoelementi, sostanze fondamentali affinchè il nostro sistema nervoso funzioni in maniera corretta, si riducono in quantità.

Potremmo avere allora la carenza di elementi come il litio, regolatore del tasso di adrenalina e tranquillante naturale. Oppure di elementi come il manganese cobalto, che aiuta a migliorare i sintomi dello stress riequilibrando il sistema neuro-vegetativo.

L’assunzione di questi elementi, allora, diventa il rimedio più semplice per sopperire alla loro carenza. Questi, contenuti in fiale, devono essere versati sotto la lingua per essere assorbiti meglio dall’organismo. In ogni caso a seconda dell’elemento le dosi variano.

Le erbe medicinali

L’iperico è altamente consigliato come rimedio per ansia, depressione e attacchi di panico. Conosciuto anche come Erba di S.Giovanni, l’iperico è un sedativo e antidepressivo naturale; aumeta la secrezione di melatonina favorendo i meccanismi del sonno (generalmente disturbato dagli stati d’ansia).

Il biancospino agisce dirattamente sul cuore, regolando il battito cardiaco. Riduce infatti la frequenza cardiaca in caso di palpitazioni, scatenate dall’ansia, riportandola a livelli normali. E’ anche un potente vasodilatatrore, per cui è bene assumerlo con dosi consigliate da un esperto.

Oltre all’iperico e al biancospino abbiamo la valeriana, la passiflora, la melissa, il tiglio e la camomilla, tutte altamente consigliate per combattere i disturbi legati all’ansia.

Olii essenziali

Gli olii essenziali raggiungono, per mezzo dell’olfatto, l’area limbica del cervello dove hanno sede le emozioni e gli istinti. La loro azione riesce quindi a indurre a livello psico-fisico un immediato rilassamento. I più indicati per il trattamento dell’ansia sono la lavanda, il timo, la melissa, i fiori d’arancio, la menta, e il gelsomino.

In conclusione possiamo dire che l’ansia può essere dovuta a numerosi fattori come lo stress, il lavoro, problemi familiari, traumi infantili mai risolti o uno squilibrio chimico nel cervello del paziente. Non c’è mai una sola causa che la determini.

Le terapie alternative, anche se non possono andare alla radice del problema, possono comunque rappresentare un valido aiuto per migliorare la qualità della vita che spesso, in questi casi, viene considerata ormai compromessa.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento