terapie alternative possono aiutare a non usare i farmaci tradizionali Le terapie alternative si presentano come rimedi dolci, votati a ricercare la causa scatenante dei vari malanni e a porne rimedio attraverso una serie di azioni, preparati e gesti, ispirati dalla natura e dai suoi cicli.

Oltre a questo importante aspetto, esse cercano inoltre di non scollegare il fondamentale rapporto tra mente e corpo, cercando durante la cura di dare la stessa attenzione ad entrambe le parti.

Un antico detto riporta una verità che si pone alla base delle cure alternative:

‘una mente sana risiede in un corpo sano’

Sulla base di questo principio e sulla reciprocità dello stesso, risiede la vera essenza di questa tipologie di cure, volta ad assicurare un benessere che sia globale e capace di perpetuarsi nel tempo.

Le terapie alternative ricercano il benessere globale dell’individuo e sceglierne l’applicazione comporta degli effetti che non vanno sottovalutati. Tra essi vi è la lunghezza in termini temporali della cura, che si presenta prolungata e sicuramente meno veloce della medicina tradizionale. Non va infine sottovalutato l’aspetto della tipologia di somministrazione, in quanto in tempi frenetici come quelli che stiamo vivendo, sottoporsi a lunghi cicli di terapie può non essere talvolta contemplato.

Terapie alternative: è quindi possibile curarsi senza farmaci?

La risposta è sì, ma ogni singolo caso va valutato con molta attenzione, seguendo pareri di specialisti e senza mai evitare controlli di natura medica. La scelta della terapia più giusta dipende in assoluto dalla volontà del paziente, dalle sua valutazioni e dalle sue esigenze. A seguito di questo sarà egli stesso fautore di scelte votate a preferire una medicina ad un’altra, oppure di optare per una sinergia tra le due soluzioni.

La possibilità di curarsi senza l’utilizzo di farmaci può essere attuata in molti casi per porre rimedio a patologie di varia natura.

Esempi concreti sono le cure basate sull’effetto infinitamente sfiammante dell’agopuntura, capace di sostituirsi in alcuni casi ai Fans. Farmaci di questa tipologia sono infatti mirati a risolvere il problema sotto il punto di vista sintomatico, ma una volta terminato l’effetto analgesico il problema si ripropone, con conseguente richiesta di somministrazione. Ecco che in casi come questi, il dolore può portare ad una continua assunzioni di farmaci i quali effetti collaterali sono molte volte sconosciuti, mentre al contrario la pratica dell’agopuntura riesce a toccare i centri energetici causa del dolore e dell’infiammazione, proponendosi di curarli in modo definitivo.

Quali altre terapie possono evitare l’assunzione dei farmaci?

 

evitare i farmaci attraverso la pratica di terapie alternativeLe terapie di cura alternativa che non presentano l’assunzione di farmaci si basano principalmente sulla relazione fondamentale tra corpo e mente. E’ questi il caso dell’ipnosi, dove attraverso la regressione si possono comprendere le cause di particolari problemi, oppure della metamedicina.

Disciplina creata e tuttora diffusa con vigore dall’ideatrice Claudia Rainville, la metamedicina si pone come basa la conoscenza delle cause per arrivare alla soluzione definitiva dei problemi. Il percorso, lungo e articolato, si basa sul concetto di autoguarigione indotta dall’organismo, che conscio delle cause del problema può trasformarle in punti di forza e di partenza per la guarigione.

Lo stesso principio si trova comunque indotto anche in terapie quali l’omeopatia, scienza che sfuttando i concetto del ‘simile cura il simile’, usa dei farmaci dalla natura particolare, capaci di mimare gli effetti della malattia, inducendo in questo modo la guarigione per via autoindotta.

Seppure il potere delle erbe sia infinito, i preparati proposti dalla fitoterapia si presentano molto più leggeri dei tradizionali farmaci, ma ugualmente rivolti alla risoluzione dei problemi. E’ questo il caso di tutte le medicine naturali a base erbacea o minerale pura, dove gli elementi propongono il naturale contenuto di principi attivi presente in origine e non lo stesso numero di principi moltiplicato all’infinito, come avviene negli stessi  sintetizzati chimicamente, in altri termini si evita la base dei farmaci tradizionali.

Scegliere tra l’universo delle terapie alternative si pone come la base per un’assunzione di preparati più dolci, a base naturale e non chimica, capaci anch’essi di garantire la guarigione, ma con tempi e metodi sicuramente diversi dalla tradizionale farmacologia.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento