influenza e cure alternativeOgni anno, con l’arrivo della stagione più fredda ma già anche con le dovute anticipazioni autunnali, si verificano i casi di influenza piuttosto diffusa.

Le cure per combattere o addirittura prevenire tale disturbo possono essere sia i classici con farmaci chimici, che cure alternative.
Queste ultime sono efficaci allo stesso modo dei farmaci tradizionali.

I metodi alternativi sono da molti utilizzati nell’ambito delle più svariate patologie, da quelle più serie fino alle più comuni come per esempio nel caso di contusioni, slogature eccetera; scopri le cure alternative per i traumi da urto.

Per questo si può affermare che sì, le cure alternative possono prevenire gli stati influenzali.

Lo stato influenzale dura in media 5 o 6 giorni e si verifica generalmente a seguito della trasmissione da virus.

Nei casi in cui il fisico sia già debilitato o non pronto comunque a contrastare il virus stesso, ecco che si può determinare anche una infezione di tipo batterico.
Le cure alternative possono essere molto utili sia nel prevenire che nel curare i sintomi influenzali, l’importante è che i rimedi naturali siano assunti tramite il controllo di un esperto.

Le cure alternative, che prevedono l’utilizzo delle sostanze naturali, non significa affatto che siano innocue, è per questo che occorre sempre prestare le dovute attenzioni.

Tra le cure alternative dell’influenza si possono annoverare ad esempio il propoli e l’echinacea

 

influenza e cure alternativeTali sostanze si ritrovano o in soluzioni idroalcoliche o come estratti secchi, per la somministrazione ai bambini si trova anche lo sciroppo di propoli ma senza l’alcol.

La fitoterapia è una delle cure alternative alla medicina tradizionale e, secondo tale disposizione curativa, l’astragalo è uno dei rimedi più efficaci per la prevenzione dell’influenza.

Infatti l’astragalo contribuisce al rinforzo del sistema immunitario e aiuta quindi l’organismo a difendersi adeguatamente da virus e batteri.

Per contrastare ad esempio il raffreddore, altra forma tra le cure alternative è l’assunzione di zinco, come integratore alimentarare.

Le cure alternative per prevenire l’influenza invernale quindi sono di diversa specie ma tutte vanno seguite con le dovute attenzioni in quanto vanno ad agire sull’organismo, non senza conseguenze ovviamente.

La differenza tra le cure alternative e le terapie individuate e proposte dalla medicina tradizionale riguardano il fatto che le prime non ricorrono a sostanze chimiche che possano avere degli effetti collaterali o almeno non della stessa intensità delle altre.

Un adeguato rafforzamento del proprio corpo tramite l’utilizzo quindi delle cure alternative può evitare di lasciare l’organismo impreparato di fronte all’arrivo dell’influenza invernale.

Le nostre difese immunitarie possono essere stimolate dalla cipolla, dall’aglio, dall’infuso di sambuco, dallo zenzero, dalla liquirizia, addirittura dal sale. Si tratta di antibiotici ed antiinfiammatori naturali che possono rivelarsi molto utili come parte integrante di cure alternative.

 

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento