curare l'ansia con le terapie alternativeChi soffre d’ansia spesso sottovaluta il disturbo, oppure ricorre a medicinali in grado di placare velocemente lo stato d’ansia. Ma esistono cure ansia alternative che popssano considerarsi efficaci?

Cerchiamo di capire se e come funzionano queste cure ansia; funzionano quelle alternative ai farmaci?

Cure per l’ansia con le terapie alternative

Sotto il termine di “terapie alternative” compaiono tutta una serie di approcci terapeutici alternativi alla scienza medica ufficiale, che sovente cerca di dimostrarne l’efficacia con studi in doppio cieco ed altre verifiche sperimentali.

Molte terapie ed approcci alternativi si sono rivelati, in modo dolce e poco invasivo, decisamente efficaci nel trattamento degli stati d’ansia. Qualche esempio?

L’efficacia della meditazione è oramai attestata anche in ambito scientifico.

In tale direzione si muovono gli studi di J. Kabat-Zinn, fondatore della mindfulness, approccio laico alla meditazione che riprende sopratutto le tecniche buddhiste.

Uno studio del 1992 condotto dal Kabat-Zinn (Effectiveness of a meditation-based stress reduction program in the treatment of anxiety disorders), ha verificato la grandissima efficacia della meditazione sui disturbi d’ansia, durante un programma intensivo di 3 mesi su 22 partecipanti.

Cure ansia senza medicine

 

cure alternative per l'ansiaUn altro studio condotto dai ricercatori della University of Massachusetts Medical School dimostra che il 90% dei praticanti di mindfulness sottoposti all’esperimento ha manifestato rilevanti cambiamenti in positivo sui sintomi di ansia e depressione.

Ma cosa cambia effettivamente? Si parte dalla reattività dell’amigdala, area cerebrale legata alla gestione delle emozioni, la quale verrebbe sollecitata grazie alla meditazione nella direzione di una maggiore empatia. Ma la meditazione agisce su molte altre dimensioni, riducendo ad esempio la presenza di cortisolo ed aumentando serotonina e melatonina.

Anche i fiori di Bach intervengono in modo efficace, almeno secondo i loro sostenitori, sulle diverse forme d’ansia. Se il Rescue Remedy è il “rimedio universale” per gli attacchi improvvisi, i tormentati potranno usare Agrimony, gli stressati Walnut, gli inquieti senza motivo Aspen, mentre chi manca di pazienza può assumere Impatiens.

L’omeopatia offre diversi rimedi per gli attacchi d’ansia e gli stati ansiosi. Di solito si usano Argentum nitricum e Gelsemium per l’agitazione e l’ansia pre-qualcosa (esame, momento importante, ecc.), Lachesis per le fobie specifiche, Nux Vomica per lo stress; ma i rimedi contro l’ansia sono veramente tanti e dipendono dal “tipo” di ansia che stiamo vivendo, poichè dietro questa parolina si celano infinite sfumature psicosomatiche ed emozionali.

In fitoterapia, invece, si ricorre principalmente a tisane e tinture madri. Piante d’elezione sono la melissa e la camomilla se vogliamo riportare la calma anzitutto sul piano fisico, mentre la passiflora interviene come tranquillante sul sistema nervoso centrale ed il tiglio aiuta a regolarizzare il battito cardiaco.

 

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento