Perchè scegliere la terapie alternative?

Quando ci riferiamo alle terapie alternative intendiamo l’insieme di pratiche mediche che non rientrano nella consueta famiglia della cosiddetta “medicina scientifica convenzionale”.

Le terapie alternative possono essere di tipo diverso, con caratteristiche anche molto dissimili tra loro, ma che comunque sono accumunate dal fatto di costituire un’alternativa, appunto, alle terapie mediche tradizionali, che ricorrono a farmaci di sintesi e che spesso causano ulteriori problemi all’organismo con dannosissimi effetti collaterali.

Le terapie alternative, data la loro natura, vengono spesso additate dalla medicina tradizionale come ingannevoli o di minimo impatto curativo, questo invece non è assolutamente vero, ecco infatti come curare l’ansia senza i psicofarmaci.

Terapie alternative: sono sicure?

Inoltre, dato che le fasi di ricerca e sviluppo dei farmaci naturali impiegati in questo tipo di cure differiscono con le normali procedure standard a cui sono sottoposti i tradizionali medicinali, vengono anche accusate di essere poco sicure per i pazienti.

Molte persone le utilizzano appunto perché pensano che esse siano prive di effetti collaterali e che quindi non possano mai recare danno. Infatti la maggior parte delle terapie alternative non sono state sottoposte a studi scientifici.

Questo comporta che alcune di esse possano essere “completamente sicure”, mentre altre possono invece essere “rischiose” per i pazienti che magari, in maniera del tutto autonoma, le utilizzano senza richiedere pareri da nessuna figura competente.

D’altra parte i casi in cui i farmaci e le terapi tradizionali non riscontrano l’aspettato successo e presentino ricadute, talvolta pesanti, sulla vita del paziente, vanno sempre più aumentando.

La tendenza a ricorrere a medicine e terapie più naturali è quindi da imputarsi per gran parte a questo fattore determinante (spostamento che si riscontra anche nell’alimentazione con la forte richiesta di cibi naturali e biologici).

Come utilizzare saggiamente le terapie alternative

 

Come usare al meglio le terapie alternative

E’ comunque molto importante, chiarire il seguente concetto: si possono “tranquillamente” utilizzare farmaci e preparazioni naturali per la cura di disturbi di lieve o media gravità, ma non si può pretendere che essi siano altrettanto efficaci per la cura di malattie importanti dove non basta il solo utilizzo delle piante o dell’agopuntura ad esempio.

Tuttavia il discorso cambia un po’ nel caso delle terapie dette “complementari”; le terapie complementari sono quelle terapie che non appartengono alla medicina convenzionale e quindi alle terapie ufficiali, ma che possono affiancarsi a queste. In questo caso è assolutamente necessario rivolgersi ad un esperto per evitare spiacevoli interazioni con i farmaci tradizionali.

Le terapie alternative, a differenza delle complementari, sostituiscono interamente quelle ufficiali e non ammettono la sinergia con quelle tradizionali.

Lo scienziato e divulgatore scientifico Richard Dawkins ha affermato che «Non esiste la medicina alternativa, esiste solo una medicina che funziona e una che non funziona»

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento