Cosmetici biologici, bellezza e benessereI cosmetici biologici sono così definiti perché contengono esclusivamente sostanze naturali come i fitoestratti, le acque floreali distillate dalle piante aromatiche, oli essenziali e vegetali. I cosmetici biologici inoltre non contengono coloranti, conservanti e non vengono testati sugli animali.

Non contengono inoltre sostanze dannose e cancerogene (come coloranti artificiali, sostanze che rilasciano formaldeide, PEG) che solitamente sono presenti nella cosmesi tradizionale.

Se non ti interessa la cosmesi ma d’inverno soffri spesso dei mali di stagione, scopri come guarire dalla tosse con le cure alternative.

Gli ingredienti dei cosmetici biologici

La definizione biologica degli ingredienti è certificata secondo regole comunitarie valide a livello internazionale.

In Italia la normativa di riferimento è la CE 834/2007 che individua le norme per la produzione, il controllo, la certificazione e le materie prime utilizzabili. L’etichetta deve riportare l’ente che ha eseguito la certificazione e il controllo, con il relativo codice di autorizzazione.

Dato il crescente interesse verso il mondo della cosmesi bio e della dermocosmesi naturale, diventa importane uniformare certificazioni ed etichette. In questo modo il consumatore può confrontare i prodotti e scegliere quelli più adatti alle proprie necessità.

Esiste più di un ente certificatore, ciascuno con i propri marchi e i propri standard di qualità: il consumatore fino a questo momento si è districato con qualche difficoltà nell’ambito dei prodotti bio. Una recente indagine infatti ha rilevato che il 43% degli intervistati ha dichiarato di essere ben informato sulle normative che regolano il biologico ma solo l’1% ha poi effettivamente dimostrato una conoscenza approfondita, contro il 71% che ha evidenziato una consapevolezza molto limitata della regolamentazione di questi prodotti.

La necessità di uniformare le certificazioni a livello europeo ha portato alla nascita di due grandi e importanti standard, il NaTrue e il Cosmos.

La certificazione dei prodotti cosmetici bio

 

Natura e bellezza, la cosmesi biologicaLa parola Cosmos sta per Cosmetics Organic Standard ed è in vigore dal 2009, appoggiato dagli enti Cosmebio ed Ecocert (Francia), Soil Association (Regno Unito), Icea (Italia), Bdih (Germania), Bioforum (Belgio).

Gli ingredienti dei cosmetici sono stati suddivisi in cinque categorie:
1 Acqua
2 Minerali
3 PPAI ottenuti da processi fisici
4 CPAI ottenuti da processi chimici
5 Altri

Cosmos non consente ingredienti geneticamente modificati e vieta i test sugli animali dei prodotti finiti (mentre accetta quelli sui singoli ingredienti, se ciò è previsto dalla legge).

NaTrue è più restrittivo rispetto a Cosmos e divide gli ingredienti in tre tipologie:
1 Sostanze naturali
2 Sostanze natural identiche (manipolate con semplici metodi di trasformazione)
3 Sostanze simil naturali (di provenienza naturale ma modificate da trattamenti chimici)

Sostanze al di fuori di questa classificazione non sono ammesse e l’acqua non è considerata nella percentuale complessiva degli ingredienti biologici (come per Cosmos).

Scegliere cosmetici biologici certificati è un ritorno al benessere e alla tradizione, un passo importante verso lo sviluppo sostenibile con un occhio di riguardo per la nostra salute.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento