cura con le erbe funzionaLa domanda che ci poniamo oggi è la seguente: la cura con le erbe funziona sempre? In ogni caso ed in ogni situazione più o meno patologica che ci si presenta davanti nella nostra vita?

Beh, chiaramente non è propriamente così. In alcune condizioni, la cura con le erbe può essere addirittura molto più efficace e sicuramente “sana” di una cura a base di farmaci tradizionali.

Ma in altri casi, una cura con le erbe potrebbe non bastare, non risultare utile ai fini della situazione patologica che dovremmo andare a combattere.

Questo perchè, come abbiamo già spiegato altre volte, le cure con le erbe sono soprattutto cure di tipo preventivo: vanno fatte quindi per cercare di non permettere l’instaurarsi di una condizione patologica.

Questi metodi vengono da molti utilizzati nell’ambito di tante patologie dell’uomo, anche le più comuni ed apparentemente poco gravi come il mal di testa; ecco la cura con le erbe per il mal di testa.

La cura con le erbe ha carattere principalmente preventivo.

Questa caratteristica delle cure con le erbe è dovuta al fatto che i principi attivi contenuti nella maggior parte delle piante, sono principi attivi un po’ blandi.
Di conseguenza, la loro azione non ha e non può avere un effetto immediato, come succede per i farmaci di sintesi, ma svolge la sua azione nel tempo, con lentezza, grazie all’accumularsi del principio attivi nel sangue.

Naturalmente non tutte le piante hanno azioni così blande; si pensi che addirittura, alcune erbe medicinali, come la belladonna, l’iperico o la digitale sono così potenti come meccanismo d’azione, da poter essere vendute solo in farmacia dietro prescrizione medica speciale.

Altre piante ancora potrebbero essere molto utili e potenti, ma hanno all’interno anche dei principi attivi velenosi e quindi per questo non vengono proprio usate; è il caso dell’oleandro, ad esempio.

Esistono situazioni in cui la cura con le erbe ha un’azione curativa

 

propoli cura con le erbeUno degli esempi più classici è rappresentato dalla propoli, per via interna: la propoli è una cura con le erbe prodotta dalle api.

Ha una consistenza cerosa ed è un toccasana per le malattie delle vie respiratorie: gola infiammata, faringiti, laringiti eccetera.

Si può prendere sotto forma di gocce, sia per via interna, bevendole disciolte in mezzo bicchiere d’acqua (50 gocce di tintura madre) a temperatura ambiente e sia, sempre nello stesso dosaggio, per fare dei gargarismi.

Un altro esempio di cura con le erbe efficaci sono l’arnica, la calendula e l’aloe, usati sotto forma di pomate, gel o unguenti, per via esterna.

La prima viene utilizzata per tutto ciò che riguarda strappi muscolari e contusioni, ed essendo a base di erbe completamente, si può utilizzare anche per i bambini.

La calendula è utilizzata per ogni tipo di arrossamento della pelle, dalle screpolature, alle ustioni da sole, fino agli arrossamenti da pannolino.

Infine, l’aloe è una conosciutissima cura con le erbe che funge da lenitivo in moltissime occasioni.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento