Come guarire dalle ansie e dagli attacchi di panico

Gli attacchi di panico sono accompagnati da sintomi fisici come ansia, aumento del battito cardiaco, sudorazione, dispnea e sensazione di vertigine. Chi si trova in questa situazione ne ha piena coscienza e teme di svenire, o ha ansia e paura che il cuore smetta di battere. Il panico causa un aumento esponenziale dei sintomi e si entra in un circolo vizioso da cui non si riesce a uscire. Le cause degli attacchi di panico e dell’ansia non sono sempre chiare; spesso il primo attacco avviene in un momento di forte stress.

Arrivati al limite di tolleranza, anche un piccolo fattore di stress in più, come l’aspettare alla cassa, provoca una sensazione di vertigine e si ha paura di perdere conoscenza. Si cerca allora di evitare le situazioni che portano al panico e nei casi più gravi non si esce più di casa.

Gli attacchi di panico possono essere ridotti notevolmente grazie a esercizi respiratori e di rilassamento. Spesso però è anche opportuno rivolgersi a uno psicoterapeuta.

Occorre cercare di interrompere il circolo vizioso degli attacchi di panico e delle ansie collegate affrontando la situazione con razionalità. Rimedi della medicina naturale, fiori di Bach, tecniche di respirazione ed esercizi di rilassamento possono aiutare a ridurre gli attacchi di panico.

Le terapie alternative possono combattere diversi disturbi, non solo ansia e panico; scopri terapie e rimedi naturali per la psoriasi.

Ecco i metodi naturali per curare ansia e attacchi di panico

Terapia del confronto

La terapia comportamentale ottiene un considerevole successo nel trattamento degli attacchi di panico. In un primo momento, il terapeuta spiega bene al paziente come l’ansia e le sensazioni fisiche si autoalimentino, attraverso opportuni esercizi.

In seguito vengono analizzate le situazioni in cui più facilmente si manifestano gli attacchi di panico. Grazie a pensieri positivi ed esercizi di respirazione è possibile imparare a tenere sotto controllo questa patologia. Nei casi più lievi e passeggeri potete anche provare a confrontarvi da soli con le vostre paure. E’ consigliabile, in ogni caso, parlare con una persona con cui avete fiducia.

Tecniche di respirazione e rilassamento

 

Lo Yoga aiuta a guarire dagli attacchi di panico

Appena vi accorgete che sta per sopraggiungere un attacco di panico, cercate di respirare molto profondamente e lentamente. In questo modo concentrerete l’attenzione sul vostro respiro e non sull’attacco; questo tipo di tecnica si impara con terapeuti esperti.

Ottime sono anche tutte le tecniche e discipline di rilassamento, come il training autogeno, lo Yoga, la meditazione e il rilassamento muscolare secondo Jacobson, per imparare ad affrontare le situazioni ansiogene.

Terapia con i fiori di Bach

Le gocce del pronto soccorso di Bach, chiamate Rescue, possono aiutare ad affrontare  meglio e a recuperare completamente il momento in cui si verifica l’attacco di panico. I fiori di Bach Aspen e Cherry Plum possono essere di supporto nel seguente processo di superamento della paura.

Training autogeno

Per trattare ansia e panico il training autogeno è una delle tecniche di rilassamento di maggiore efficacia. Molto interessante è la “posizione del cocchiere“: sedetevi con la schiena dritta su una sedia e scivolate in avanti  mantenendo la pianta dei piedi ben salda sul terreno.

Appoggiate le braccia rilassate sulle cosce, con il palmo rivolto verso il basso e senza che si tocchino tra di loro. Poi abbassate la testa; il collo è anch’esso rilassato e gli occhi sono chiusi.

Eseguite gli esercizi di rilassamento più volte al giorno e anche prima di situazioni previste come stressanti che possono sfociare in ansia e, se questa aumenta, in attacchi di panico.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento