ecco le differenze tra terapie alternative e medicina allopaticaNegli ultimi anni a questa parte si è assistito ad un crescente interesse verso le terapie alternative. Infatti secondo le ultime statistiche, è stato appurato che sono all’incirca 6 milioni gli italiani che ricorrono alla medicina naturale.

Le terapie alternative possono essere utilizzate nell’ambito di molti dei disturbi relativi alla salute dell’uomo, non escluse le malattie a carico dell’apparato osteoarticolare; ecco le terapie alternative per la cura dell’osteoporosi.

Le terapie alternative si contrappongono alla medicina allopatica.

La differenza sta nel fatto che la medicina naturale rimuove le cause di ciascun disturbo passando dapprima da una profonda analisi del paziente, mentre nella medicina tradizionale il disturbo si cura attraverso l’uso dei farmaci.

I terapeuti e i medici che utilizzano le terapie alternative nel curare il paziente, tengono sempre presente l’unità di corpo e mente.

Alcune di loro si basano sulla meditazione, altre invece sulle particolari manovre del terapeuta. Ma tuttavia, molta importanza è data dalla correlazione tra alimentazione equilibrata e stile di vita sano.

In particolar modo, alcuni alimenti sono considerati rilassanti come ad esempio i carboidrati o  zuccheri in genere, e pertanto sono indicati in chi è tendenzialmente molto ansioso.

Al contrario, alcuni alimenti considerati eccitanti come il tè o il caffè, vanno categoricamente evitati in soggetti che sono particolarmente nervosi.

Quindi, l’eliminazione o l’introduzione di alcune sostanze alimentari hanno tuttavia apportato dei grossi benefici sullo stato psicofisico del soggetto, dimostrando la stretta relazione tra mente e corpo.

Generalmente la medicina tradizionale considera la malattia dal punto di vista dei sintomi e di conseguenza attua una determinata terapia per ogni singolo disturbo. Il terapeuta invece, tende a basarsi sull’amnesi dell’individuo.

Un’altra differenziazione è data dal fatto che la medicina tradizionale opera in netta divisone tra corpo e mente, mentre le terapie alternative hanno come fine quello di non scindere le due componenti, ossia corpo e mente, ma mantenerle legate.

L’unico nesso che esiste tra medicina convenzionale e non è dato dal fatto che entrambe le scienze si basano sulla volontà di curare le persone.

 

I metodi, le tecniche saranno sicuramente diverse, ma lo scopo finale è ugualmente lo stesso.tutto quello che si deve sapere sulla medicina dolce

Ma tornando alle varie differenze, le cure alternative sintetizzano i loro preparati, mentre la scienza tradizionale tende a basare le sue cure esclusivamente sui preparati farmaceutici.

Sicuramente i risultati si vedono, purtroppo quello che non si vede sono gli effetti collaterali che potrebbero manifestarsi, soprattutto nei soggetti particolarmente sensibili.

Questo aspetto, tuttavia non interessa le terapie alternative, dal momento che il loro preparato è completamente naturale, come l’omeopatia, i fiori di Bach, la fitoterapia ecc..

Concludendo, le differenze sono varie tra terapie alternative e medicina tradizionale, ma l’unico fattore che li accomuna è la cura dell’individuo. Tuttavia, la scelta finale spetta al paziente, il quale deve sentirsi pienamente in libertà nel preferire una cura piuttosto che un’altra.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento