Spesso si sente l’esigenza di modificare il proprio regime alimentare, non tanto per diminuire di peso, quanto più per avere una sensazione di leggerezza e sgonfiore, o per altri motivi come nel caso della dieta disintossicante.

Infatti a seguito di giornate in cui si mangia sempre fuori casa, con spuntini o snack confezionati, oppure dopo aver goduto di una abbuffata con una serie di eccessi, sia di cibo che alcolici, il corpo ravvisa una sensazione di pesantezza e spesso a risentirne è anche indirettamente l’umore, in quanto avvertiamo una fatica generale magari non associabile alla reale attività che stiamo svolgendo al momento.

Le diete possono servire a raggiungere diversi obbiettivi, come per esempio quella per il colesterolo alto, ecco la soluzione migliore.

La dieta disintossicante in questi casi è molto utile, per ristabilire l’equilibrio del corpo e il giusto ritmo nel metabolismo di una persona.

Occorre però fare delle dovute precisazioni, in quanto la dieta disintossicante non è totalmente innocua, per quanto riguarda i postumi del suo regime alimentare.

depurazione dieta disintossicante

Innanzitutto la dieta disintossicante va eseguita per pochi giorni, anche soltanto due, in modo tale da poter prendere i benefici reali, senza invece rimanere incastrati nei suoi difetti.

Questi ultimi sono legati al fatto che una dieta disintossicante, in quanto tale, prevede l’eliminazione di grande parte dei nutrienti principali, in favore magari di un solo elemento che può essere ad esempio la verdura in ogni sua forma, oppure la frutta.

In questo modo il corpo si disintossica di quegli alimenti ingeriti precedentemente e che causano pesantezza, sonnolenza, gonfiore ma poi la ristrettezza dell’alimentazione dovuta alla dieta disintossicante risulta troppo limitante.

 

Questo significa che è opportuno ogni tanto dedicare una giornata all’assunzione ad esempio soltanto di fibre e vitamine ma non si può prolungare tale regime alimentare oltre il dovuto. Esempi di dieta disintossicante sono quella del minestrone, oppure quella dei frullati di frutta.

Il corpo infatti ha necessità di tutti gli alimenti principali, carboidrati, proteine e grassi, l’importante è che questi siano ingeriti senza eccessi.

depurazione dieta disintossicante

Depurarsi con la dieta disintossicante è dunque un ottimo metodo per riprendere l’asciuttezza che si desidera e dare respiro anche al metabolismo affaticato ma non bisogna prolungare per troppo tempo tale dieta, pena proprio la salute stessa del soggetto.

La dieta disintossicante inoltre deve prevedere sempre un apporto di liquidi notevole, al fine di aiutare ad eliminare le tossine in eccesso ed è importante considerare anche il periodo seguente di mantenimento.

Ciò significa che il reintegro degli alimenti esclusi durante la dieta disintossicante deve essere graduale e calibrato, onde evitare di rimettere sotto sforzo e affaticare il metabolismo.

La dieta disintossicante inoltre andrebbe sempre abbinata ad una regolare attività fisica, che possa riattivare anche tutto l’apparato circolatorio.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento