La dieta per bambini non è sempre indicata e andrebbe seguita esclusivamente sotto consiglio di un medico. Tuttavia ci sono molti accorgimenti che possiamo utilizzare per fare in modo che i nostri figli si nutrano in maniera sana, sin dalla prima colazione.

La dieta per bambini più indicata è quella che metteranno in pratica ogni giorno: imparando da piccoli le corrette abitudini, sapranno applicarle anche da adulti; se non hai figli ma vorresti comunque essere in forma per la prossima estate scopri la dieta per l’estate che arriva, eccola qui!

Come impostare la dieta per bambini

Dieta per bambini, ecco come impostarla con successoPartendo dal primo pasto del giorno, la letteratura scientifica attribuisce grande importanza alla prima colazione: deve essere ricca e nutriente ma facilmente digeribile. Gli alimenti più indicati sono il latte, lo yogurt, i cereali, la marmellata, il pane o le fette biscottate, un frutto. Pane e biscottate dovrebbero essere realizzati preferibilmente con farina esclusivamente integrale.

Altrettanto opportuno è evitare le merendine confezionate, le bibite gassate: meglio i dolci preparati in casa. Se quando il bambino si alza non ha appetito, la colazione può essere proposta come ultimo step poco prima di uscire di casa: la cosiddetta “anoressia del risveglio” dura infatti circa 15 minuti.

Lo spuntino di metà mattina che il bambino consuma a scuola deve essere nutriente ma leggero: ottima la scelta di un frutto, magari di stagione, accompagnato da una bottiglietta d’acqua o un succo di frutta (meglio se poco zuccherato e se contiene elevate percentuali di frutta).

L’orario della merenda pomeridiana è quello in cui la golosità dei più piccoli si scatena, è dunque importante proporre alternative appetibili ma sane allo stesso tempo. Alcuni esempi possono essere una macedonia di frutta arricchita da panna montata, uno yogurt con granelli di cacao o mandorle, un dolce fatto in casa, qualche quadretto di cioccolato fondente insieme al pane integrale, un frutto frullato, e così via. Bisogna quindi fare in modo che il concetto di sano non finisca in proposte “tristi e ripetitive” che annoiano i bambini tanto quanto gli adulti.

Alimentazione dei bambini, pasti e condimenti

 

Come programmare l'alimentazione dei bambiniPer quel che riguarda i pasti principali, consideriamo che solitamente dai 3 anni in su, i pranzi vengono consumati a scuola. Le caratteristiche della cena ideale devono essere la cura nella preparazione (no a prodotti surgelati o già pronti), equilibrio, digeribilità: limitiamo calorie e grassi che possono inficiare la qualità del sonno.

Durante la giornata, vanno bene pasta, pane, riso (zuccheri complessi) mentre è meglio evitare i carboidrati semplici. Il 30% delle calorie quotidiane devono derivare dai lipidi ma solo il 10% deve consistere in grassi saturi. Il condimento ideale è l’olio extravergine di oliva utilizzato crudo. È bene limitare i cibi fritti e in ogni caso non riutilizzare l’olio già usato.

Nella dieta per bambini il sale va utilizzato in maniera molto blanda e preferibilmente deve essere arricchito di iodio: meglio abituare i palati dei bambini alle spezie e alle erbe aromatiche, ai cibi integrali, alla frutta e alla verdura (anche frullati o ridotti in crema). Anche da adulti potranno beneficiare delle corrette abitudini a tavola apprese da piccoli!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento