La dieta Scarsdale è una delle cosiddette diete dell’ultimo minuto, perché consente di perdere circa 500 grammi di peso al giorno. Questo particolare regime alimentare è stato fondato negli anni ’70 dal dottor Tarnower, un cardiologo statunitense.

I punti di forza della dieta Scarsdale sono la semplicità di raggiungimento dei risultati, la velocità di azione e la varietà dei cibi proposti; se non vuoi dimagrire ma dopo le feste natalizie ti senti piuttosto appesantito scopri come eliminare le scorie con la dieta disintossicante.

La dieta Scardsale va seguita alla lettera e per non più di due settimane

Dieta Scardsale, ecco come funziona

Questo genere di piano alimentare è particolarmente rigido e deve essere seguito in maniera molto precisa per ottenere quanto promette. Seguendo questa dieta si assumono dalle 800 alle 1000 calorie al giorno e non andrebbe prolungata per più di due settimane.

La Scarsdale prevede il consumo di tre pasti quotidiani, colazione, pranzo e cena, mentre vieta in maniera assoluta gli spuntini: qualora sopraggiungessero attacchi incontenibili di fame, è consentito mangiare carote, cetrioli o sedano per placare l’appetito.

Il corretto programma di questa dieta prevede una fase di dimagrimento ed un’altra di mantenimento, ciascuna di due settimane. I condimenti leciti sono limone, spezie, aceto, pepe e salsa di soia: da evitare i condimenti a base grassa come l’olio, il burro o la maionese. Il the e il caffè non devono essere zuccherati, meglio utilizzare il fruttosio.

Inoltre è necessario bere almeno 2 litri di acqua al giorno per evitare che i tessuti soffrano per la disidratazione. Durante la dieta Scarsdale è sconsigliato un intenso esercizio fisico (come una corsa o una nuotata); via libera invece a esercizi per mantenere il tono muscolare.

Ecco una tabella di esempio per questa dieta

 

Lunedi

– Colazione con mezzo pompelmo (o un frutto di stagione), una fetta di pane con farina integrale, un caffè o un the non zuccherati

– Pranzo con carne fredda mista a scelta (pollo, tacchino, manzo o prosciutto) con contorno di pomodori affettati (cucinati alla griglia o in umido), un caffè o un the, oppure acqua tonica dietetica

-Cena con pesce magro o crostacei cucinati senza grassi, accompagnati da insalata mista, pante integrale tostato, una frutta di stagione, the o caffè

Martedi

– Colazione sempre uguale a quanto già descritto

– Pranzo con macedonia di frutta a volontà, the o caffè

– Cena con hamburger magro grigliato contornato da verdure miste (olive, pomodori, peperoni, lattuga, cetrioli e zucchine), the o caffè

Mercoledi

– Colazione come già descritto

– Pranzo con insalata di tonno o salmone senza olio, condito con aceto e limone, più un pompelmo o del melone (in alternativa ad un frutto di stagione) e the o caffè

– Cena con agnello arrosto senza grasso, contorno di insalata mista, the o caffè

Giovedi

– Solita colazione

– Due uova sode per pranzo accompagnate da un formaggio magro, zucchine o pomodori, una fetta di pane con farina integrale, una tazza di the o caffè

– Cena con pollo cotto alla griglia o arrosto, verdure abbondanti di contorno, una tazza di caffè o the non zuccherati

Dimagrire con la ScardsaleVenerdi

– Colazione come gli altri giorni

– Pranzo con formaggi magri misti, spinaci a volontà e una fetta di pane integrale, più una tazzina di the o caffè

– Cena con pesce magro oppure crostacei, contorno di verdure miste a volontà, una fetta di pane con farina integrale, the o caffè

Sabato

– Solita colazione

– Pranzo con macedonia di frutta a volontà, the o caffè

– Cena con pollo o tacchino cucinati arrosto, insalata di pomodoro e lattuga più un frutto di stagione (o un pompelmo), the o caffè

Domenica

– Colazione come gli altri giorni

– Pranzo con carne di tacchino o di pollo magri, contorno di verdure miste (carote, cavoli, broccoli, cavolfiori, pomodori), un pompelmo o frutta di stagione, un caffè o un the

– Cena con arrosto magro di vitello, insalata mista come contorno, più una tazza di the o caffè

Questo programma alimentare ha anche alcuni punti deboli perché il dimagrimento iniziale è basato sulla perdita di liquidi, riserve di glucosio e massa muscolare: è dunque indispensabile il mantenimento per non riprendere i chili persi. Tuttavia anche il più scettico nutrizionista potrà constatare l’efficacia della dieta Scarsdale, seguita alla lettera.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento