dieta scardsale: il pollo è concessoLa dieta scardsale è stata presentata negli anni Settanta negli Stati Uniti dal cardiologo Dottor Tornower, e promette effetti miracolosi sul dimagrimento, quantificati in 430 grammi al giorno.

Un risultato che nè la dieta dukan, nè la dieta crudista vegana, nè la dieta personalizzata promettono in modo così sbalorditivo, e che invece la dieta scardsale si pone avendo come obiettivo la forte limitazione del consumo di carboidrati e un regime calorico molto basso.

Se non hai bisogno di dimagrire, ma ultimamente ti senti sempre appesantito scopri come eliminare le scorie con la dieta disintossicante.

Dieta scarsdale: addio a carboidrati e spuntini

Molti nutrizionisti restano scettici, perchè un regime di sole 1000 calorie giornaliere potrebbe portare a scompensi gravi, ma i sostenitori della dieta scardsale ricordano che essa va seguita per sole due settimane, aggiungendo altre due settimane di mantenimento, al fine di evitare l’effetto yo-yo.

L’esempio di un giorno di dieta scardsale prevede una colazione con una mela, una fetta di pane integrale e un caffè o un
thè senza zucchero. Il pranzo potrebbe prevedere una fetta di carne (pollo, manzo), insalata di pomodori e caffè. La cena con un bel pesce, una fetta di pane integrale, insalata, frutta e caffè.

Come si vede, la dieta scardsale non disdegna carne e pesce, ma neanche formaggi e uova, perchè si tratta di cibi sazianti, che difficilmente possono essere consumati in dosi eccessive. Altra caratteristica della dieta è quella dei tre pasti giornalieri.

Spuntini e merenda sono da evitare, e se proprio la fame è arrembante, bisogna tamponarla con una carota o un po’ di sedano. Importante, per una corretta idratazione, è bere almeno due litri di acqua al giorno. Nella dieta scardsale sono banditi condimenti come sale, dadi industriali, mayonese, panna e besciamella. Meglio condire con pepe, sale di soia, limone e altri condimenti naturali.

E’ consigliabile l’attività fisica con la dieta scarsdale?

 

Dieta scardsale: carota unico spuntino ammessoAnche lo zucchero nel thè e nel caffè è bandito, meglio un dolcificante a base di fruttosio. Non è consigliabile, ad ogni modo, associare a questa dieta il movimento fisico, perchè con 800 – 1000 calorie al giorno le energie non sarebbero sufficenti ad allenarsi in modo costante. Tenersi lontani dalla palestra, dunque, e magari concedersi qualche lunga passeggiata o salire le scale a piedi, ma senza strafare.

Terminiamo con una piccola tabella calorica di alcuni cibi permessi dalla dieta: per 100 grammi di alimento, lo sgombro ha 177 calorie, la bresaola 151, il filetto di bovino 127, l’hamburger 120, il maiale 110, il tonno 103 e il pollo 100.

La dieta scarsdale registra lo scetticismo di molti nutrizionisti per la traumatica perdita di liquidi che intacca anche la massa muscolare, quindi la parte del mantenimento rimane un punto imprescindibile della dieta scardsale.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento