Dimagrire camminando è davvero possibile, basta seguire alcuni semplici accorgimenti.

Per prima cosa è opportuno darsi delle regole alimentari: se siamo già vicini al peso che vogliamo ottenere, possiamo dimagrire camminando e seguendo una dieta di mantenimento, come la dieta mediterranea, evitando quanto più possibile fritture, insaccati, prodotti raffinati e dolciumi.

Se invece il peso forma è più lontano, meglio abbondare di frutta e verdura, distribuendo i pasti in cinque spuntini giornalieri, per placare il senso della fame e agevolare l’attività digestiva.

Mangiando in maniera equilibrata, con tre sessioni di camminata settimanali (da almeno mezz’ora) sarà possibile ottenere importanti risultati già nei primi tre mesi di esercizio.

Vuoi perdere peso velocemente? E cco il metodo infallibile.

Per dimagrire camminando, è sufficiente tenere a mente tre elementi: il ritmo costante, la postura, la respirazione.

Alcune semplici regole per dimagrire camminando

L’andatura deve essere rapida, fra i 7 e i 9,5 chilometri orari: a questa velocità è possibile percorrere un chilometro e mezzo in 10 / 15 minuti di camminata. Per ottimizzare lo smaltimento dei grassi è fondamentale mantenere un ritmo costante, perché il metabolismo può lavorare al meglio solo in questa condizione.

 

Solo se il cuore lavora tra il 60/70% della frequenza cerca fonti di energia nelle riserve di grasso.

 

Per dimagrire camminando, i movimenti del corpo devono essere assecondati da una postura corretta: per capire come impostare la falcata è sufficiente percorrere delle piccole distanze e osservare come reagisce il nostro corpo. Se la testa ondeggia troppo, significa che stiamo camminando a passi troppo ampi.

Il movimento deve essere il più possibile fluido e assecondato dalle braccia. Le braccia, sempre a 90 gradi, non si allontanano mai dal corpo: il braccio sinistro avanza insieme al piede destro e viceversa, consentendo un’ulteriore spinta in avanti.

I pugni non devono mai essere chiusi con forza: il pollice deve toccare le altre dita, senza serrarle. Con la pratica, ci si accorgerà che anche il proprio bacino accennerà ad un leggero ancheggiamento: questo movimento non deve mai diventare troppo pronunciato.

Il mento deve essere parallelo al suolo, lo sguardo deve rivolgersi in avanti; le spalle devono essere morbide e sciolte durante tutto l’esercizio. Consigli per perdere peso camminando

Se si vuole dimagrire camminando, è opportuno tenere controllata la respirazione, che è fondamentale per ogni attività aerobica.

Quando camminiamo, il sangue distribuisce ossigeno a muscoli e organi; grazie all’ossigeno in arrivo, questi possono convertire le riserve di grasso indesiderato in energia.

Quando lo sforzo aumenta, dobbiamo adattare anche il respiro, che deve diventare più profondo, per evitare di rimanere a corto di fiato. In questo modo, col passare del tempo, miglioreremo anche la nostra capacità cardio respiratoria.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento