esempi dieta per una settimanaColoro che intraprendono una dieta difficilmente sopportano le tempistiche necessarie per vedere sul proprio corpo i risultati del nuovo regime alimentare. La dieta per una settimana diventa quindi quasi una necessità.

Capita spesso poi che chi inizia una dieta finisce per non seguirla più se non riesce a vedere miglioramenti sul breve periodo, la costanza in una dieta non è sempre facile da seguire, soprattutto per le persone abituate agli eccessi o comunque molto golose o che mal sopportano le rinunce.

Per questo motivo la dieta per una settimana può essere per alcuni fondamentale, al fine di non abbandonare il nuovo regime alimentare. Esistono infatti delle diete che permettono di ottenere dei risultati sul brevissimo periodo, addirittura una settimana di tempo.

Pensi di non riuscire a seguire una dieta nemmeno per una settimana? Allora prova a perdere peso con i prodotti dimagranti; ecco come funzionano.

Si tratta di diete per una settimana che hanno un basso contenuto calorico.

Queste infatti sono di tipo ipoproteico e permettono di eliminare il grasso in eccesso, proprio in virtù della bassa assunzione generale di energie, per cui l’organismo va a ricercarne attaccando la massa grassa.

Se si tratta di perdere peso in realtà basterebbe anche una dieta disintossicante, anche tale affermazione non è del tutto consona.

Quest’ultima rientra nell’elenco possibile di diete per una settimana in quanto prevede l’assunzione di pochi alimenti ma ricchi di fibre e liquidi, in modo da poter depurare l’organismo e riconferire equilibrio ad un metabolismo che magari ha sofferto degli eccessi.

La dieta del minestrone ad esempio è una delle diete per una settimana, così come la dieta dell’uva oppure quella che prevede di bere molte tisane.

Ma se in virtù dei risultati immediati poi si riscontrano degli effetti negativi per la salute, vale la pena seguire la dieta per una settimana?

Occorre affermare infatti che tutte queste diete sono monoalimentari e quindi estremamente limitanti e limitate.

 

elementi dieta per una settimanaEsse danno risultati immediati ma sono in realtà molto rischiose, in quanto non permettono al corpo di assumere tutti i macroalimenti fondamentali e necessari al corretto funzionamento dell’organismo.

La dieta per una settimana potrebbe essere strutturata in questo modo: occorre mangiare cinque pasti al giorno, prevedendo tre pasti principali con uno spuntino al mattino e uno a metà pomeriggio.

I pasti prevedono: uova bollite, bresaola, pane integrale, broccoli, olio extra vergine di oliva, petto di pollo, spinaci cotti, broccoli, latte e cereali, formaggio magro.

Anche la dieta per una settimana dovrebbe sempre conferire un apporto calorico equilibrato in base all’assunzione sia dei carboidrati che delle proteine che dei grassi, ovviamente la differenza è nelle quantità.

Comunque la dieta per una settimana non dovrebbe essere particolarmente indicata, in quanto potrebbe risultare troppo drastica e il corpo potrebbe risentirne con degli scompensi a livello di metabolismo.

Nel momento in cui poi la dieta venisse interrotta, senza alcun periodo di mantenimento, ecco che il corpo andrebbe a riacquistare tutto il peso perduto in altrettanto breve tempo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento