Le tossine sono quelle sostanze nocive che vengono assunte tramite gli alimenti o vengono prodotte durante i processi di metabolismo, la dieta disintossicante interviene per eliminarle, come del resto agisce la dieta per il colesterolo alto nell’ambito della riduzione dei grassi saturi.

Questo significa che si può individuare il modo per permettere all’organismo di agire al meglio delle proprie qualità, senza venire appesantito o ostacolato dalla presenza di tali tossine.

Dieta disintossicante: qui entra in gioco

Occorre premettere che il corpo stesso ha la capacità di mantenere l’equilibrio tra la quantità di tossine che vengono introdotte nell’organismo e la quantità che l’organismo stesso è capace di eliminare tramite gli organi emuntori.

Questi ultimi organi sono: l’intestino, il fegato, i polmoni e i reni.

alimenti dieta disintossicante

La dieta disintossicante mira a contribuire a riportare proprio tale equilibrio, laddove il corpo stesso non sia più in grado di farlo.

Si tratta proprio di una necessità per il bene dell’organismo e non di una semplice dieta per perdere peso.

Infatti se le tossine assunte sono maggiori rispetto a quelle espulse significa che l’alimentazione è scorretta oppure che gli organi emuntori non stanno lavorando adeguatamente.

A seguito di ciò, le tossine vanno a depositarsi sui tessuti del corpo, determinando le basi per l’insorgenza di eventuali patologie.

La dieta disintossicante dunque è molto importante per evitare che si arrivi a un disequilibrio

 

Non a caso, i periodi migliori per intraprendere una dieta disintossicante sono ad esempio la primavera, quando si desidera spurgare il corpo dei grassi ingeriti durante l’inverno, in autunno per rafforzare l’organismo in vista delle patologie invernali, dopo i periodi dedicati alle feste in cui si sono avuti eccessi alimentari con maggiori apporti di calorie.

alimenti dieta disintossicante

La dieta disintossicante è anche utile come preparazione ad una dieta dimagrante, così da migliorare i risultati ambiti, favorendo il processo digestivo ed eliminando in primis i gonfiori che generano ritensione idrica.

Essa può anche essere svolta con regolarità per massimo due giorni al mese, in modo da depurare l’organismo e permettere al metabolismo di eliminare le tossine senza che ne subisca l’affaticamento.

La base della dieta disintossicante è senza dubbio l’assunzione di una certa quantità di liquidi, soprattutto acqua, ma anche di vitamine e sali minerali, presenti nella frutta e nella verdura fresca di stagione.

La dieta disintossicante, liberando l’organismo dalle tossine, lo rafforza permettendo di renderlo pronto ad affrontare le varie patologie che potrebbero verificarsi ad esempio con le classiche influenze invernali.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento