Dimagrire camminando è possibile, perché questa attività comporta un movimento in grado di bruciare molte calorie. La camminata inoltre migliora le capacità cardiovascolari, conferisce resistenza e scolpisce il fisico. Un altro aspetto molto positivo è che questa attività può essere svolta in ogni momento dell’anno, all’aperto o al chiuso, sui tapis roulant. Ti sei già messo all’opera per perdere peso? Bravo, ma stai attento a non recuperarlo.

Se siamo già vicini al peso che vogliamo raggiungere, può essere indicata una tradizionale dieta di mantenimento, come quella mediterranea, senza eccedere con fritture e prodotti confezionati. Dimagrire camminando: è davvero possibile

Se invece dobbiamo perdere qualche chilo in più, sarà opportuno variare il regime alimentare a favore di fibre e carboidrati, abbondando di frutta e verdura, e distribuendo i pasti in più spuntini durante la giornata.

Con una dieta equilibrata e due o tre sedute settimanali di camminate da almeno mezz’ora, riusciremo a dimagrire rapidamente ed in maniera visibile già nei primi tre mesi.

Per dimagrire camminando, serve un’andatura spedita

L’ideale è camminare al ritmo di 7 / 9 chilometri orari; in altre parole, si deve riuscire a percorrere un chilometro e mezzo in non più di 15 minuti. Mantenere il ritmo è il principio fondamentale del funzionamento della camminata, perché solo in queste condizioni il metabolismo viene stimolato a bruciare grassi.

Non è una cosa complessa, ma quando camminiamo dobbiamo tenere a mente alcune regole. In questo modo si sfruttano tutti i benefici della camminata per dimagrire. Per prima cosa, bisogna individuare la corretta falcata, in modo che il movimento risulti sempre fluido.

Se vuoi dimagrire camminando, segui la giusta tecnica

Può essere utile fare alcuni passi per capire come è meglio muoversi: se ad esempio, la testa ciondola troppo, le falcate sono troppo ampie. Con la pratica, il bacino sarà sempre più portato ad ancheggiare, assecondando il movimento e migliorando la mobilità.

Non si tratterà di un movimento troppo evidente, ma di un adeguamento naturale e spontaneo. Alcuni consigli per dimagrire camminando, validi per tutto l'anno

Per dimagrire camminando, le braccia svolgono un ruolo fondamentale perché aiutano la spinta in avanti.

La posizione migliore è mantenere le braccia piegate a 90 gradi, oscillandole a turno sempre vicine al corpo. Il braccio sinistro accompagna in avanti il passo del piede destro e viceversa.

I pugni non dovrebbero mai essere serrati, ma il pollice deve toccare le altre dita senza chiudersi.

La respirazione è importantissima per la camminata, così come per ogni altro esercizio aerobico. Durante il movimento, infatti, il sangue apporta ad organi e muscolatura una certa quantità di ossigeno: in questo modo, il corpo inizia a bruciare i grassi e a produrre energia.

Man mano che lo sforzo aumenta, è opportuno respirare più profondamente, per non rimanere senza fiato. Con l’esercizio, attraverso la camminata si riuscirà a migliorare anche la propria capacità polmonare.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento