L’idea di una dieta del limone, con effetti depurativi, è qualcosa che trova le sue radici già nella tradizione popolare, visto che questo frutto è da sempre visto come il simbolo della lotta all’influenza. I benefici del limone vanno però ben oltre la già tanto preziosa vitamina C. Bere dell’acqua tiepida con del succo di limone, fa bene alla digestione, ed è indicato addirittura per prevenire i calcoli renali. Niente di meglio per depurarci, quindi, di una tre giorni intensa beneficiando di questo frutto, e quindi della dieta del limone.

A voler contare tutte le diete, le formule miracolose, le bevande esotiche dai poteri quasi paranormali, rischiamo di perderci in una valanga di nomi strani, e di prodotti cui dare la caccia tra gli scaffali e su internet. Stavolta però non ci sono scuse per non provare una ricetta semplice come una limonata, per riattivare l’apparato digerente, e perdere quei chiletti di troppo che ci infastidiscono e che non sembrano volerci abbandonare.

Molto smesso, infatti, il motivo principale per cui non riusciamo a dimagrire, è legato a un apparato digerente che si è impigrito e in cui le tossine proliferano. Il corpo, in questo caso, non assume tutti i nutrienti che gli servono, anche se mangiamo in abbondanza. Di conseguenza ingeriamo troppo cibo, ma non sentiamo di essere sazi, e continuiamo a ingrassare senza capire il perché.

Esistono molteplici tipi di alimentazione e dieta diversi tra loro, ognuno di essi ha particolari peculiarità, come per esempio la dieta scardsale: ma di cosa si tratta?

Dieta limone: ecco in cosa consiste e quali sono i suoi benefici

i benefici del limoneLa dieta del limone contrasta innanzitutto l’abbondanza di tossine e sostanze nocive che si accumulano nel corpo, e riattiva l’apparato digerente, innescando un circolo virtuoso che ci aiuta a sentirci da subito più vivi e vigili.

Il sintomo più evidente di un corpo fiaccato dalle sostanze negative, è infatti, il sentirci sempre stanchi fisicamente, e appesantiti anche a livello mentale. Quello che funziona sui succhi gastrici è l’acido citrico, di cui il limone è molto ricco: questo acido si lega con altri acidi presenti nel corpo, e con gli enzimi digestivi, e aiuta a trasformare il cibo in nutrienti utili.

Se però il succo di limone è una cosa che, almeno una volta nella vita, abbiamo provato tutti, più strano può sembrarci il consiglio di mangiare la scorza del limone per dimagrire.

Questa parte del frutto è, infatti, ricca di pectina: usata comunemente per addensare le marmellate, la pectina (che è naturalmente presente in molta frutta) è ottima per dimagrire perché crea uno strato di gelatina nello stomaco, che lo aiuta a sentirsi sazio più a lungo, e rallenta l’assorbimento degli zuccheri, aiutando a evitare gli sbalzi di glucosio nel sangue, che ci portano a mangiare in modo non controllato.

Il terzo motivo per cui il limone è un alleato prezioso per la dieta, è il rapporto stretto che lega l’acidità del limone al calcio e al grasso corporeo. Un apparato digerente più acido, stimola l’assorbimento del calcio contenuto nel cibo, che viene poi immagazzinato nelle cellule. Studi dimostrano che una cellula ricca di calcio brucia più grasso. Aumentare quindi, in modo sano e senza doverci sentire male, l’acidità dell’apparato digerente, è un altro trucco per bruciare più calorie e perdere finalmente peso.

Succo o buccia, ecco tutte le proprietà benefiche del limone

 

un aiuto dalla natura con la dieta del limoneOra che sappiamo quanto bene è in grado di farci un po’ di succo di limone, vediamo nel dettaglio come funziona la dieta del limone. La buona notizia è che non c’è bisogno di calcoli di calorie complicati, porzioni ridotte al nulla e sacrifici insopportabili.

Quello che occorre fare è riorganizzare i nostri pasti, in modo da aumentare i cibi buoni, frutta, verdura, proteine nobili, grassi insaturi, e diminuire quelli cattivi e pieni di zuccheri e grassi saturi o trans. A questa ristrutturazione aggiungeremo il limone, che diventerà nostro compagno fedele dalla mattina alla sera.

Per cominciare bene la nostra dieta disintossicante, al mattino beviamo un bicchiere di acqua tiepida con il succo di mezzo limone, cui va aggiunto un pizzico di pepe di Cayenna, e un bastoncino di cannella. Durante il giorno, oltre a tenere a mente che dobbiamo prediligere la frutta, la verdura e la carne magra; cerchiamo di far sì che il limone, sotto forma di succo o di buccia grattugiata, entri nelle nostre ricette.

Se decidiamo per un pranzo a base di una ricca insalata con cubetti di formaggio e pinoli, possiamo sostituire il sale con un po’ di succo di limone appena spremuto, o grattugiare la scorza per insaporire il pollo in padella, e dare anche un tocco di colore in più.

L’unica cosa da tenere sotto controllo, dato che si tratta di una dieta pensata per disintossicarci prima che per dimagrire, è il consumo di caffè e tè. Queste due bevande, che rendono l’ambiente interno del nostro corpo, in contrasto con i benefici del limone; andrebbero ridotte al minimo e sostituite con infusi vegetali. Tutto questo, per far sì che la dieta del limone sia più efficace, e possa portare i benefici di cui abbiamo ampiamente parlato in precedenza.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento