salute e dieta veganaLa cura e le attenzioni verso la propria salute sono in generale aumento, e da anni ormai, la dieta vegana sembra essere una di quelle alimentazioni che per molti tutelano il benessere non solo dell’uomo ma anche della natura.

Tale dato è sicuramente positivo e va incoraggiato tramite l‘informazione diffusa di come sia meglio alimentarsi per poter mantenere la propria salute in ottimo stato ed i armonia con il mondo che ci circonda.

La dieta vegana può entrare a far parte dei regimi alimentari da considerare opportuni per essere sani ma occorre fare le dovute osservazioni, al fine di chiarire bene come comportarsi difronte ad una simile dieta.

La dieta vegana viene utilizzata per questioni di benessere e se vogliamo anche etiche, ma non ha nulla a che fare con il dimagrimento, per questo scopo però vi sono molte e diverse tra loro alimentazioni specifiche, come per esempio la dieta Plank, ecco di cosa si tratta.

La dieta vegana infatti è molto rigida.

Con l’appellativo di vegano, si intende una scelta alimentare che non prevede l’assunzione di cibo che sia di derivazione animale.

Una simile definizione già pone una serie di interrogativi.

La dieta vegana potrebbe assomigliare a quella vegetariana, se non fosse che la dieta vegana è ancora più limitante.

Infatti dal piatto di un vegano si escludono tutti i prodotti di derivazione animale e di conseguenza alimenti come le uova, il latte, i formaggi ed altri ancora.

Più che un regime alimentare, la dieta vegana è un vero e proprio stile di vita.

Il concetto che ne sta alla base intende tutelare ogni forma di vita, nella reale consapevolezza che esistono sostanze alternative a quelle contenute negli animali e che possono lo stesso sopperire alle medesime funzioni, all’interno del nostro corpo umano.

Ad esempio le proteine, contenute nella carne animale e nelle sue derivazioni, possono essere assunte tramite i legumi ed i cereali.

L’idea di fondo della dieta vegana si basa anche sull‘analisi dei prodotti animali e sulle loro caratteristiche.

Essi sono spesso ricchi di sostanze chimiche, anabolizzanti e altro che faccia in modo che l’animale stesso produca più latte, sia sano, possa avere molto latte da mungere senza prendere infezioni, malattie, oppure in modo che la carne sia più tenere, anche se poi aumenta il suo contenuto di grassi e oltre.

Situazioni di sfruttamento del genere, la dieta vegana tende ad eliminarle del tutto.

 

salute e dieta vegana

L’analisi che si potrebbe fare della dieta vegana è che comunque sia rimanga molto restrittiva e quindi presupponga un’ampia conoscenza delle sostanze contenute negli altri alimenti, in modo tale da poter sopperire ad eventuali mancanze.

La dieta vegana è salutare laddove il soggetto sia in grado di ricreare una varietà e una completezza di sostanze assunte tali da andare a sostituire tutte quelle che invece sono eliminate dalla dieta.

Bisogna comunque prestare cautela ed attenzione alla dieta vegana, trattandosi di un regime alimentare particolare, da adeguare comunque alle reali necessità caloriche del proprio organismo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento