elementi della dieta veganaLe diete hanno come scopo principale quello di far perdere peso a chi decide di intraprenderle. La dieta vegana però non raccoglie solo questo desiderio.

Un regime alimentare dietetico prevede in genere una riduzione delle calorie assunte in modo tale da poter attaccare le riserve di grasso in eccesso e andare a diminuire quelle fastidiose o antiesteiche misure che non aiutano la circonferenza dei fianchi, glutei, stomaco.

Non tutte le diete però si basano soltanto sul desiderio di apparire più in forma. La dieta vegana infatti racchiude un pensiero più ampio.

Per molti la dieta vegana non è affatto sinonimo di salute, per queste persone infatti la dieta mediterranea significa mangiare sano.

La dieta vegana ad esempio presuppone una vera e propria scelta di vita, la quale non soltanto coinvolge un determinato regime alimentare ma anche sottintende una concezione della vita molto specifica.

Coloro che decidono di intraprendere infatti il percorso relativo ad una dieta vegana hanno come concetto di base il rispetto per la vita di tutti gli esseri. Secondo tale pensiero, la dieta vegana esclude dal pasto tutti gli alimenti di origine animale e i loro derivati.

Di conseguenza, i vegani non mangiano carne, sia rossa che bianca, né pesce, né uova o latticini. Ovviamente un simile pensiero porta anche ad escludere nella vita di tutti i giorni qualsiasi cosa che possa presupporre l’utilizzo di un animale in maniera non naturale.

La dieta vegana non è una dieta restrittiva nel senso negativo del termine.

 

elementi dieta veganaEssa infatti prevede la ricerca di cibi alternativi per il reintegro di quelle sostanze, soprattutto proteine, che risulterebbero escluse dalla dieta stessa, perché di origine principalmente animale.

La dieta vegana è un regime alimentare sano nella misura in cui comunque riesca a comprendere tutti i macronutrienti, eliminando quelle che potrebbero essere proteine in eccesso e più difficilmente digeribili, come quelle animali, riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari e il colesterolo alto, tanto per fare un esempio.

La dieta vegana si basa dunque molto sulla frutta, sulla verdura, sui cereali e su alimenti come il tofu, alghe specifiche, il setan, prodotti che contengono alti valori proteici o proprietà antiossidanti e anticancerogene.

Come tutte le diete comunque, anche quella vegana richiede che si presti sempre attenzione a bilanciare qualsiasi esclusione con alimenti che sopperiscano alla carenza di una certa sostanza piuttosto che un’ altra.

La dieta vegana poi si estende non soltanto al tipo di alimenti ingeriti ma anche al modo in cui questi vengono assunti.

Ciò significa ad esempio che la dieta vegana presuppone che i pasti siano mangiati in tranquillità, con il tempo dovuto e non di fretta, masticando adeguatamente i vari bocconi. Ciò non è un puntiglio della dieta vegana ma è una vera e propria necessità al fine di far digerire in maniera adeguata ogni pietanza e favorire l’attività del metabolismo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento