La Dieta del Minestrone è molto diffusa, in quanto offre la possibilità di perdere una quantità di chili notevole, rispetto al tempo impiegato per seguirla.

Ovvio che mangiare le verdure è molto salutare ma non è scontato pensare che uno stesso regime alimentare per lungo tempo possa risultare appetitoso. Quello che fa la differenza dunque è il tempo impiegato per raggiungere gli obiettivi prefissati. E in questo la Dieta del Minestrone risulta sicuramente vincente.

La Dieta del Minestrone infatti permette di eliminare fino a 7/8 chili del proprio peso.

Per quello che riguarda il tempo, si tratta di un traguardo raggiungibile addirittura in due settimane. Ecco perché si tratta di una vera vittoria che si gioca sui tempi.

chili persi con la Dieta del Minestrone

Inizialmente tale dieta è nata negli Stati Uniti, al fine di combattere l’obesità. Tramite un regime alimentare così ferreo e restrittivo, poiché basato soltanto sull’ingerire verdure, i pazienti obesi avevano un modo per riuscire ad eliminare i chili in eccesso che avrebbero altrimenti ostacolato il più importante intervento al cuore.

Ovviamente la perdita di così tanti chili in poco tempo, addirittura la possibilità di dimagrire in una settimana, rende da sempre allettante questa dieta, non soltanto dunque per coloro che devono operarsi al fine di correggere vere e proprie disfunzioni.

Esistono però delle limitazioni che occorre considerare se si vuole intraprendere la Dieta del Minestrone. Non tutti i suoi effetti sono necessariamente positivi, e comunque occorre anche conoscere quali sono le conseguenze sul lungo periodo.

La Dieta del minestrone tende per prima cosa ad attaccare la parte muscolare, prima ancora dei grassi.

La perdita di peso è reale ma in primo grado dovuta proprio ad una diminuzione della massa muscolare, dalla quale l’organismo trae l’energia per assolvere alle proprie funzioni vitali, in quanto mancano in questo tipo di dieta gli apporti delle proteine.
Il tutto quindi avviene senza che si vada ad attaccare direttamente il grasso in eccesso del corpo, per il quale invece si è intrapresa la dieta stessa. Così si crea una discrepanza.

chili persi con la Dieta del Minestrone

Questo è uno dei motivi per cui la Dieta del Minestrone può essere svolta soltanto per un periodo molto limitato, in quanto lo squilibrio che determina a livello di metabolismo è evidente.

La questione importante poi è il sapere come fare per mantenere la linea così ottenuta, anche dopo le due settimane di Dieta del Minestrone.
Bisogna innanzitutto reintegrare le sostanze precedentemente escluse ma in maniera ragionata, per prima cosa le proteine poi i carboidrati.

Non deve mai mancare l’acqua, almeno un litro e mezzo al giorno, la quale evita ulteriori squilibri, favorisce la depurazione dell’organismo e aiuta così la Dieta del Minestrone a compiere il suo lavoro principale di pulizia dell’organismo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento