dimagrire in una settimana significa sgonfiare le zone critiche e preparare il corpo ad un cammino personale

Può capitare che un evento improvviso, la prova costume rimandata da troppo tempo o il semplice desiderio personale, richiedano un dimagrimento veloce e subito visibile in tempi brevi. Dimagrire in una settimana non significa perdere il peso accumulato, ma può voler dire sgonfiarsi molto e anche iniziare il cammino verso un dimagrimento mirato, intelligente e consapevole.

Dimagrire in una settimana significa quindi apportare un’iniziale perdita dei liquidi che si sono accumulati nel corpo, iniziare un percorso di tonificazione e votarsi ad uno stile alimentare e di vita sano  e mirato allo scopo che ci si è prefissati. Attuare un dimagrimento così intensivo significa sicuramente vedere i primi risultati, in quanto in una settimana già si potrenno notare sensibili cambiamenti.

Sarà molto importante iniziare il cammino con il piede giusto, mantenendo una continua armonia con se stessi e con il proprio corpo, per evitare effetti di stress antiproducenti e al contrario cercando di divertirsi e rilassarsi.

Sono molti i metodi per perdere il grasso in eccesso, anche in una settimana; scopri come dimagrire mangiando solo verdure.

Dimagrire in una settimana: ecco alcuni piccoli trucchi per non incorerre nello stress

Ecco un semplice decalogo per come dimagrire i punti critici nell’arco di una settimana, in modo intensivo ma assolutamente senza stress:

1- iniziare il percorso evitando i cibi ‘spazzatura’, da oggi in poi essi non saranno più contemplati! Addio quindi a fast food, dove i cibi proposti sono troppo pieni di grasso ed effimeri nel loro senso di sazietà. Al loro posto un’uscita per lo svago dovrà ricercare ambienti dove il cibo viene cucinato con amore, è genuino e gli elementi di composizione sono sani e naturali. Preferiamo quindi ristoranti vegetariani oppure vegani, abbandonando per questa settimana anche la cucina etnica, talvolta troppo ricca di condimenti.

2- preparare da se i cibi, cuocendoli nel modo più naturale e leggero possibili. Bolliti, al vapore oppure alla piastra, i cibi manterranno intatte le loro sostanze nutritive e anche il loro buon sapore, per un pieno di sostanze fresche e nutrienti.

3- preferire cibi naturali, biologici e dalla provenienza sicura. Sono inoltre da preferire tutti i cibi freschi, la verdura di stagione e la frutta disponibile. Agendo in questo modo le vitamine e i sali minerali inglobati saranno freschi e intatti.

4- Praticare un’alimentazione votata a ‘sgonfiare’ le zone critiche del corpo, come la pancia, i glutei e le gambe. Per fare questo la dieta giornaliera dovrà presentarsi varia e prevedere:

– almeno una porzione di carboidrati complessi come il riso integrale oppure i cereali integrali

-tanta, tantissima frutta e vrdura, da consumare durante il giorno, in quanto alla sera la frutta potrebbe portare gonfiore addominale

assumere molte proteine. Se di origine animale preferendo le carni bianche quali il pollo e il tacchino, se invece di origine vegetale preferendo i legumi più leggeri come i ceci e i piselli. Esse sono ‘i mattoni del corpo’, donano energia e aiutano a mantenere perfette le funzioni muscolari.

non abbandonare assolutamente il consumo di grassi ‘buoni’. Essi sono contenuti nel pesce, nell’olio di oliva a crudo e nella frutta secca, da consumare al mattino per un pieno di energia.

5- non dimenticare di assumere omega3. In previsione di un dimagrimento veloce, la pelle e i tessuti in generale potrebbero rilassarsi e presentare smagliature. Per evitare questo meglio prevenire e cibarsi di alimenti che contengano elastina e omega3,  fondamentali allo scopo e al contempo utili per la salute delle giunture. I cibi che contengono questi elementi sono il salmone, i pesci di acqua dolce, la frutta secca.

6- bere tanto. L’acqua minerale è amica del dimagrimento. Almeno due litri di acqua al giorno serviranno per eliminare le tossine, depurare l’organismo e mantenere il giusto livello di idratazione. L’acqua non va mai consumata ghiacciata, per non incorrere in congestioni o coliche, ma bevuta a temperatura ambiente e in piccoli sorsi distribuiti in tutto l’arco della giornata, da mattina a sera.

7- consumare tante fibre, per regolarizzare l’intestino. Esse sono contenute nei cerali e in particolare nella crusca di avena. Grazie a loro, l’apparato digerente può incontrare una piacevole regolarità, capace di sgonfiare la pancia e di donare beneficio a tutto il sistema digerente.

Ma per dimagrire è necessaria una buona attività fisica?

 

La risposta è sì, iniziare a praticare dell’attività fisica mirata, può certamente aiutare a dimagrire in modo veleoce, a rossodare il dimagrire in una settimana richiede anche lo svolgimento di attività fisicacorpo e a mantenere vivace il tono muscolare.

8- praticare attività fisica mirata al dimagrimento. Correre! Non tutti sanno, infatti, che la corsa è una delle più benefiche attività volte al dimagrimento. Correre fa bene alla pancia, alle addominali, alle gambe, ai glutei e alle braccia. Nel contempo inoltre la postura diventa più elegante e la schiena ne trae beneficio. La corsa si presenta quindi come la migliore pratica volta al dimagrimento.

9- cercare di svolgere degli esercizi mirati almeno una volta al giorno. Per non incorrere nello stress, la scelta più intelligente sarà quella di preparare una stanza della casa con comodi tappeti, luci soffuse, la musica preferita e iniziare  a svolgere almeno mezzora di esercizi mirati al dimagrimento localizzato. Dopo la corsa il corpo si presenta già caldo nella muscolatura e quindi perfettamente pronto a muoversi in mod mirato. Alcune serie di addominali, torsioni e di esercizi per gambe e braccia si presenteranno come il complemento di un’oretta dedicata al benessere e alla cura del proprio corpo.

10- l’ultima ma non meno importante regola per dimagrire in una settimana è sorridere! Sì, perchè i risultati stanno arrivando e saranno sempre più visibili. In un’ottica di benessere tutto il fisico aumenterà di tono, la pelle si presenterà più morbida ed elastica e con essa i tratti del volto saranno rilassati ed esteticamente più belli. Per un percorso che potrà proseguire portando tanto beneficio, sia fisico che mentale!

1 Commento

Lascia un commento
  • Maria

    Le persone iniziano con le migliori intenzioni ma rinunciano sul lungo termine poiché dieta ed esercizio non producono i risultati che si aspettano abbastanza in fretta. E il motivo è che la maggior parte delle persone non conosce il proprio BMR. Una volta che si comprende il proprio BMR, si potrà mettere in atto un piano efficace per bruciare calorie che avrà come risultato una vera perdita di grasso. Per quanto mi piacerebbe darti una pillola magica, è questa realtà il fattore guidante di tutto il dimagrimento. Conoscere il tuo BMR ti da il controllo. Imparerai quante calorie servono veramente al tuo corpo. Poi, potrai tagliare tante calorie quante ne vorrai e impostare così i tuoi obiettivi di dimagrimento. Il tuo corpo quindi attingerà alle riserve di grasso per supplire a tutte le calorie di cui farai a meno (attraverso le calorie che tagli dalla tua dieta e tramite l’attività fisica che farai).

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento