Come dimagrire la pancia camminandoLa pancia è una delle parti del nostro corpo più facilmente soggetta a variazioni di forma e misura. La muscolatura del ventre, infatti, è soggetta a variazioni continue causate dalla nostra conformazione fisica. Sicuramente uno stile di vita sedentario non aiuta ad ottenere una pancia soda, in quanto le pareti e i muscoli addominali sono facilmente soggetti a rilassamento.Inoltre eventi eccezionali, quali ad esempio un parto oppure una costrizione prolungata di immobilità, possono rappresentare la causa di un ulteriore ingrossamento della parte.

Dimagrire la pancia camminando: una pratica semplice e alla portata di tutti.

Camminare è da sempre fonte di buona salute in quanto il corpo, attraverso questa pratica, riesce a mettere in movimento tutta la muscolatura, in modo dolce e completo. Dalla punta dei capelli fino all”ultimo dito dei piedi, infatti, la camminata richiede il contributo di tutto il corpo durante il suo svolgimento. Fondamentale per iniziare il percorso di questa attività sarà dedicare almeno venti minuti giornalieri, svolti possibilmente in un ambiente salubre, ricco di verde e non inquinato dal passaggio di automobili.

Il secondo passo sarà quello di indossare abiti comodi e preferibilmente di cotone, una stoffa che fa respirare la pelle, aiutando l’eliminazione delle tossine che in questo modo evaporano senza provocare eritemi dovuti alla sudorazione. Vuoi dimagrire la pancia con esercizi specifici? Eccone tre utili ed efficaci.

Camminare quindi in un parco, oppure in montagna se si presenta l’occasione sarà benefico in tutti i sensi per dimagrire soprattutto in alcune zone localizzate.

Dimagrire la pancia camminando è possibile a patto che vengano seguiti alcuni consigli di base. Innanzitutto la postura deve essere corretta, quindi testa alta e spalle larghe e ben tese, per permettere alla parte del busto di essere in perfetto equilibrio con il resto del corpo. A questo punto, una volta iniziata la camminata essa deve prevedere delle contrazioni durante lo svolgimento e delle piccole rotazioni alternate dell’addome durante la fase di salita. Così agendo i muscoli addominali saranno posti in tensione, permettendo una tonificazione intensa.

ecco come dimagrire la pancia camminando

I muscoli non andranno tenuti in tensione continua, ma sarà giusto alternare momenti di tensione  a momenti di rilassamento, per evitare dolorosi crampi e sovra sforzi alla parte interessata.

La camminata dovrà mantenere un tono sostenuto, e la durata dovrà essere almeno di venti minuti per permettere al corpo di iniziare a bruciare il grasso corporeo localizzato.

Qualora il problema della pancia sia particolarmente intenso potrà essere utile applicare una panciera apposita durante il camminamento. Attraverso il suo utilizzo si andrà infatti a sudare di più nella parte trattata.

Un trucco per dimagrire la pancia camminando può essere rappresentato dal seguente esercizio fatto un paio di volte durante la passeggiata. Trascorsi i primi dieci minuti ci si potrà fermare nei pressi di un muretto, sedersi in modo composto e portare le gambe parallele per cinque, sei volte dal basso verso l’alto, come a disegnare una riga immaginaria. Le prime volte questo esercizio apparirà molto doloroso, ma se compiuto con dolcezza e costanza le volte seguenti farlo diverrà un gioco da ragazzi e si potrà passare ad esercizi più intensi e mirati per il dimagrimento della zona.

Camminare è una pratica benefica per il tutto il corpo, e svolgendo questa attività fisica si potrà sicuramente ricercare molto equilibrio, migliorare l’ossigenazione e la postura.

Seguendo questi semplici consigli, inoltre, si potrà abbinare un prodigioso effetto di dimagrimento della pancia, una parte molto delicata e talvolta difficile da trattare.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento