Le posizioni yoga che aiutano a dimagrire i fianchiSe si desidera dimagrire i fianchi bisogna partire dal presupposto che modellare parti del corpo così localizzate è difficile. È più semplice, invece, agire anche sulle zone limitrofe attraverso una serie di esercizi che abbinati a una sana alimentazione possono aiutare a scolpire il corpo.

L’alimentazione, quindi, è fondamentale anche se si desidera esclusivamente dimagrire i fianchi: l’ideale è nutrirsi in modo sano magari abbinando alla dieta anche qualche tisana che aiuti a favorire il dimagrimento; ma quale è la tisana per dimagrire più efficace?

Gli esercizi yoga per dimagrire i fianchi

Lo yoga propone diverse posizioni adatte a chi desidera dimagrire i fianchi velocemente.

Si tratta in particolare di esercizi che possono essere facilmente svolti a casa la mattina, prima di andare a dormire oppure non appena si ha un po’ di tempo.

Le posizioni principali che aiutano a dimagrire i fianchi sono:

 

La posizione della Luna Crescente (Ardhacandra Asana): consiste nel porsi in equilibrio su un piede sollevando l’altra gamba in modo che sia parallela al pavimento. Il busto scende così da allinearsi alla gamba sollevata mentre la mano corrispondente alla gamba in appoggio sfiora il pavimento. Lo sguardo è rivolto verso il basso perché aiuta a restare in equilibrio. Questa posizione è ottima per dimagrire i fianchi e va mantenuta per almeno 30 secondi.

La posizione di Vasistha (Vasistha Asana): questa posizione per dimagrire i fianchi si assume disponendosi distesi su un fianco con il tronco sollevato e le gambe tese. I piedi sono posti uno davanti l’altro a breve distanza oppure uno sopra l’altro. Le braccia sono diritte: una mano è poggiata a terra e l’altra sollevata in alto. Lo sguardo, invece, è rivolto a terra. Bisogna mantenerla per almeno 30 secondi.

Gli esercizi che aiutano a snellire i fianchiLa posizione della Barca (Nava Asana): questa semplice posizione yoga per dimagrire i fianchi va assunta da seduti. La schiena è dritta e leggermente inclinata all’indietro; le braccia sono distese in avanti con le mani che arrivano più o meno all’altezza delle ginocchia. Le gambe sono tese e sollevate in alto e formano con il busto un angolo di circa 45°. Anche in questo caso, la posizione va mantenuta per almeno 30 secondi.

Questi esercizi sono un ottimo punto di partenza per chi desidera dimagrire i fianchi. La perdita di peso e il conseguente modellamento del corpo, tuttavia, non avviene subito ma occorre pazienza: d’altronde non esistono metodi miracolosi per dimagrire velocemente in zone del corpo così localizzate escludendo la chirurgia estetica.

A questi esercizi se ne possono aggiungere altri anch’essi semplici da fare come le sforbiciate, da eseguire in piedi o da distesi, che sono ottime per dimagrire i fianchi. In alternativa, se si punta a un dimagrimento più generale si può provare con la corsa o la cyclette, due metodi altrettanto validi.

Se desiderate dimagrire i fianchi, quindi, l’importante è la regolarità degli esercizi: soltanto così avrete la possibilità di apprezzarne i risultati.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento