fitoterapia ed omeopatia possibili cureLa possibilità di curarsi mediante l’utilizzo della fitoterapia e omeopatia è attualmente oggetto a volte di accesi dibattiti.

Quello che possiamo affermare con certezza è che fitoterapia e omeopatia sono odiernamente considerate delle vere e proprie arti curative, senza dimenticare la loro importante funzione nell’ambito della prevenzione; ecco fitoterapia e omeopatia per la prevenzione dei mali.

Alla domanda se è possibile curarsi con la fitoterapia e l’omeopatia la risposta può essere senz’altro affermativa.

In ogni caso è bene fare dei distingui e non generalizzare mai troppo. La cura con la fitoterapia ed omeopatia è possibile laddove sia stata fatta una diagnosi corretta della patologia, sia stato studiato e considerato l’aspetto ambientale in cui è immerso il paziente e che condotta di vita esso abbia.

Non si possono ovviamente cercare miracoli che possano risolvere situazioni estreme ma sicuramente per quelli che sono i malesseri fisici e i disagi psichici più diffusi, l’utilizzo della fitoterapia e della omeopatia si è rilevata efficace.

Basta nel merito citare alcune patologie e il relativo rimedio per comprendere che è possibile migliorare il malanno fino alla sua scomparsa. Tra i rimedi omeopatici noti per il raffreddore semplice avremo per esempio Ferrum Phosporicum 5 ch,  per i  dolori mestruali una efficacia molto forte è stata dimostrata da Belladonna 5ch e la Calendula utilizzata in tintura madre, per le otiti si è rilevato ottimo l’utilizzo di Oscillococcinum e  Ferrum Phosporicum.

Ricordiamo che la stragrande maggioranza dei disturbi di cui soffre la società sono: stress, insonnia, apatia, cefalea, dolori mestruali per le donne, disbiosi intestinali. Tutti questi malanni possono sicuramente essere ridimensionati riequilibrando in primo luogo la propria alimentazione e il proprio stile di vita e successivamente interagendo con la fitoterapia e la omeopatia.

Per ciò che riguarda invece l’utilizzo della fitoterapia il discorso è pressochè analogo.

 

Sempre rimanendo all’interno dei malesseri più comuni possiamo nominare le proprietà della passiflora, della melissa e della fitoterapia ed omeopatia discussionevaleriana per un sonno più tranquillo e ristoratore, la primula e il ginseng per resistere meglio allo stress psico fisico derivante dall’ambiente esterno, l’eleuterococco e la damiana importante per l’azione antidepressiva e per mantenere la concentrazione nello studio o prima di un esame.

Vincente si è rilevato anche l’utilizzo delle erbe cosiddette adattogene che sono quelle che andando a lavorare essenzialmente sul surrene e sull’ipotalamo riequilibrano l’intero organismo.

L’utilizzo della fitoterapia e della omeopatia per fini curativi si sta ormai rilevando molto di più di una moda passeggera. Si conta che negli anni sempre più persone faranno ricorso alle cure alternative e che attualmente sono circa 11 milioni le persone che vi fanno ricorso.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento