come curare con le erbeLa domanda che spesso ci si pone è se risulta possibile guarire con il solo utilizzo del rimedio fitoterapico.

La risposta non è semplice considerato che il trattamento fitoterapico risulta nella sua applicazione complesso data la vastità dell’argomento e soprattutto la tipologia costituzionale e diatesica  dei pazienti.

Questo metodo viene utilizzato da un numero di persone che negli ultimi anni ha conosciuto un notevole incremento, ma come funziona il trattamento fitorepico?

Il settore dei rimedi fitoterapici è stato negli ultimi anni soggetto ad una vera e propria rivoluzione!

Recentemente si sta lentamente accettando il fatto che prodotti a base di vitamine, proteine, fibre ed estratti vegetali, possano essere utilizzati per promuovere azioni fisiologiche nell’individuo umano.

Affinchè un rimedio fitoterapico possa recare un processo di guarigione, è necessario che esso tenga conto di tre fattori importanti che contraddistinguono l’individuo che sono: la struttura fisica, la biochimica e la psiche.

E’ assai riduttivo quindi andare ad ingerire integratori pensando di agire  su una sola delle tre strutture di cui sopra. Per fare ciò non possiamo quindi affidarci al fai da te o pensare di consigliare un rimedio universale prendendo atto che ogni persona è diversa dall’altra. Non andremo mai a consigliare una taglia di un “vestito strong” ad un soggetto molto magro e viceversa.

Possiamo quindi affermare che la costituzione non è altro che il terreno genotipico che il professionista dovrà valutare in prima specie...ma non basta!

Oltre alla costituzione al fine di poter meglio valutare il rimedio fitoterapico è bene anche esaminare la diatesi di una persona che può essere considerata come l’insieme delle tendenze sia fisiologiche che patologiche cui l’individuo tende. Esse dipendono dagli stimoli esterni ed ambientali che vanno a cambiare, modificare e ad interagire con il proprio tessuto costituivo.

Tutto questo è importante soprattutto in ambito preventivo.

 

In questo modo conoscendo la costituzione di una persona e sapendo dove essa fisiologicamente e patologicamente tende (diatesi) si come curare con il trattamento fitoterapicopotranno mettere in atto strategie fitoterapiche che possano prevenire o rallentare l’effetto patogeno di una aggressione.

Le quattro costituzioni riconosciute sono la costituzione endoblasta, mesoblasta, ectoblasta e cordoblasta. Ognuna di esse si caratterizza per delle caratteristiche fisiche specifiche alle quali suggerire uno specifico trattamento fitoterapico.

Infine il rimedio fitoterapico avrà certamente più effetto per quel tipo disturbo classificato leggero o comune riguardo. Curarsi o cercare di curarsi in maniera naturale a fronte di aggressioni importanti potrebbe risultare addirittura compromettente.

Per tali ragioni è sempre meglio rivolgersi al proprio medico specializzato in fitoterapia, il quale potrà valutare quale rimedio fitoterapico consigliare sia da solo sia magari in sinergia con un farmaco allopatico che spesso e volentieri contiene gli stessi principi curativi delle piante officinali.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento