interazioni metodo fitoterapicoSe siete tra quelle persone che considerano il metodo fitoterapico l’unico più sicuro o siete abituati a considerare agenti biologicamente attivi come analoghi ai farmaci, è necessario riflettere un attimo insieme e riformulare il pensiero.

Alcuni di questi rimedi fitoterapici non sono così innocui come potrebbero apparire. La maggior parte delle potenziali interazioni, quando si parla di metodo fitoterapico, si verificano quando un’erba stimola processi metabolici che sono già in uno stato eccitato.

Il problema è che il classico e solito modello di tossicologia dei farmaci non riuscirà a prevedere tali reazioni, che sono, strettamente parlando, non vere e proprie reazioni ai farmaci, ma spesso reazioni idiopatiche sinergiche.

Scopri come è possibile curarsi con il metodo fitoterapico senza quindi l’utilizzo dei farmaci tradizionali.

Le interazioni tipiche del rimedio fitoterapico sono comunque prevedibili.

Prevedibili, però, solo se si è disposti a vedere la maggior parte delle erbe come farmaci multi-sistemici a tutti gli effetti e sotto tutti i punti di vista, e consapevoli che ogni rimedio fitoterapico possa offrire un “profilo” di effetti che possono migliorare o aggravare quella condizione o stato di salute, in base alla persona che li sta utilizzando.

Ogni rimedio fitoterapico dovrebbe essere privo di effetti collaterali all’interno della propria finestra terapeutica e quando viene utilizzato da una persona la cui costituzione è sana.

Gli effetti collaterali di ogni metodo fitoterapico sono indesiderati.

 

interazioni rimedi fitoterapiciE dovrebbero essere considerati tali sia dagli erboristi che non dovrebbero denigrare in questi casi il concetto di omeostasi, sia dagli scettici che dubitano spesso sull’azione delle erbe.

D’altra parte, una attenta valutazione della potenziale terapia farmacologica in atto inizia con la conoscenza di base che i farmaci hanno effetti collaterali anche alla dose corretta.

Alcuni medici esagerano invece considerando ogni auto-trattamento, tra cui il metodo fitoterapico, con sostanze biologicamente attive pericoloso.

Molti considerano che questa sia solo arroganza professionale o un tentativo di soffocare la concorrenza di farmacisti ed erboristi.
Diciamo che per estensione, i medici potrebbero giustamente presumere che qualsiasi agente in grado di promuovere il cambiamento è probabilmente un potenziale portatore di effetti collaterali e controindicazioni.

Col metodo fitoterapico, però, se si ascoltano i consigli di medici esperti, come ad esempio gli omeopati, o di un farmacista e/o erborista ben informato, non si dovrebbe correre il pericolo intrinseco di usare le erbe, dal momento che poche tra esse sono davvero dotate di un potenziale pericoloso o letale, rispetto invece agli effetti collaterali dei farmaci.

La maggior parte dei rimedi fitoterapici più pericolosi e responsabili di interazioni sono illegali o velenose e quindi non trovabili così tranquillamente in commercio.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento