Gentilezza: una “abilità” che ti può cambiare la vita

Al giorno d’oggi si vedono sempre più persone sbraitare, aggredire gli altri, essere scortesi o poco rispettosi.

Ci sono sempre molte meno persone veramente gentili.

Perché dovrebbe essere importante essere gentili?

Semplice, chi è gentile non solo rispetta profondamente gli altri, ma fa “presa” sull’interlocutore con molta più facilità rispetto a chi è sgarbato.

La persona gentile ottiene con più facilità dei favori, rimane nella memoria delle persone con più frequenza.

Per esserlo bisogna però mettere da parte il proprio orgoglio, aprirsi agli altri e “prendere” dall’altro ciò che lui ci può regalare.

Allena la tua attitudine alla gentilezza, non modellare i presuntuosi, gli arroganti, le persone troppo sicure di sé.

Da quest’articolo in poi ti parlerò di quali sono i punti di forza che tu puoi allenare, rinforzare, trasformare in risorse.

Prova ad essere gentile con gli altri un 10% in più di quanto non lo sei normalmente per i prossimi giorni.

Lo trovi banale? Probabilmente sì perché è banale, ma molto spesso ciò che appare scontato rappresenta la soluzione più semplice e più efficace.

Io la penso così,

Sinceramente,

Marco.

2 Commenti

Lascia un commento
  • luis

    è stupendo questo che ho letto,ed è vero le persone gentili ed umili hanno molto più da guadagnare,e riescono a vivere una vità più tranquilla….

    Rispondi
  • Marco

    Ciao Marco,

    la gentilezza sembra essere il cuore delle situazioni e relazioni, soprattutto se connessa al rispetto, come tu dici.

    Il fatto è che essere gentili significa anche essere chiari e “in linea” con se stessi.

    Grazie in ogni caso di aver condiviso questa visione che mi servirà nell’immediato futuro,

    Marco

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento