soldi

Sempre più persone fanno fatica ad arrivare a fine mese,  ovunque si sente parlare di crisi economica, di carenza di lavoro. E si sente parlare molto anche di legge dell’atrazione, ovvero la capacità di attirare nella nostra vita tutto quello che abbiamo.

Riassumiamo i punti essenziali della legge d’attrazione:
– Ogni pensiero, consapevole o inconsapevole crea una realtà
– Ogni sensazione, azione, parola accentua il procedimento del pensiero creativo
– Anche i pensieri collettivi creano
– Se due o più persone pensano alla stessa cosa insieme, accadrà prima
– Più visualizzi e dai energia a qualcosa e prima arriverà
E allora come mai ci sono così tanti problemi economici?
Quello che succede oggi è il risultato di pensieri e parole espressi giorni, mesi, anni fa. Vi ricordate l’arrivo dell’Euro? soldi-3 
Oggi è ormai un vecchio ricordo ma c’erano molti penseiri e atteggiamenti negativi.  Si diceva “Ci rovineremo”, “L’hanno fatto anche altri paesi e si sono ridotti in  bancarotta” , “Avremo la metà di ora”,  “Ci sarà speculazione, i prezzi andranno alle stelle” . 
La paura passava da una persona all’altra, diventando energeticamente sempre più forte fino a diventare realtà.
Quotidianamante le persone “dividevano per 2”  i soldi che possedevano, nasceva l’idea di essere più poveri e che ci fosse meno potere d’acquisto. E la legge dell’attrazione ci ha confermato questi pensieri rendendoli realtà.  Si, perchè la legge agisce in modo uguale per ogni pensiero. Man mano che il nostro capitale perdeva valore (è la metà di prima) nasceva il pensiero di rinunciare a qualcosa, privarsi del superficiale per arrivare a fine mese. Così  allora come adesso, andando a far la spesa non si sceglie più quello che si vuole, ma ci si concentra sul costo, si fa il calcolo ancora prima di arrivare alla cassa e quotidianamente si controlla quanti soldi abbiamo per arrivare al prossimo stipendio. Si crea quindi un circolo vizioso, pensiamo di avere meno, provando frustrazione e privazione e l’Universo ci dice “Bene, vuoi questo? Ti accontento!” Così ogni mese la scena si ripresenta.
Ci si sente più privati, scontenti e ci si concentra su ciò che non si possiede. Dichiariamo di volere più soldi ma poi ci concentriamo sull’opposto dando sempre più energia alla carenza che ovviamente si manifesterà.
Sono consapevole che molti lettori stanno realmente attraversando un momento difficile, io stessa a volte cado nel tranello della rinuncia per “conservare” i soldi e poi che succede? Arriva l’imprevisto (che tanto imprevisto non è perchè ci abbiamo pensato ogni volta che dovevamo fare un’acquisto) e le nostre fatiche vengono azzerate da una bolletta insolitamente alta, una multa, un guasto. E una parte di noi rafforza pure il concetto dicendo “Visto che è arrivato l’imprevisto? Hai fatto bene a mettere da parte qualcosa! Fallo ancora!”

Ecco allora 12 consigli per migliorare la situazione economica:

1) Eliminare il pensiero “Li tengo da parte per gli imprevisti, non si sa mai!”  perchè è una richiesta all’Universo di far arrivare l’imprevisto. Peggio ancora chi li tiene via in caso di malattia o morte. Se proprio li volete tenere da parte, fatelo per uno scopo preciso “La vostra prossima vacanza”,  “Un viaggio extra” , “Un regalo speciale”,  “Un corso di crescita personale” ecc.

2) Imparate a dare maggiore energia alle vostre entrate, e non alle uscite e ai debiti. Più pensate a qualcosa e più gli date energia, e più energia date al pensiero, prima diventerà realtà.

3) Periodicamente soddisfate il vostro desiderio di acquistare qualcosa di superfluo, dovendo scegliere, prendete qualcosa che vi stimoli molto le sensazioni di soddisfazione come per esempio un ghiacciolo in un caldo pomeriggio che soddisfa e fa sentire bene più  di una cena in un ristorante all’aperto con la compagnia delle zanzare.

4) Decidete quanti soldi volete in più al mese, netti dalle tasse. Vi consiglio di iniziare dalle piccole cifre che sono più reali.

5) Ringraziate e provate sincera gratitudine ogni vola che effettuate un acquisto o un pagamento, perchè avete i soldi necessari.

6) Evitate di parlare, leggere e concentrarvi su informazioni relative alla crisi economica, è vero che bisogna essere informati, ma spesso un telegiornale al giorno è più che sufficiente, è inutile risentire più volte le stesse informazioni soprattutto se sono negative o molto tristi.

7) Evitate di scegliere cosa fare in futuro in base alle vostre momentanee situazioni economiche. Ci sono persone che già a gennaio dicevano “Quest’anno le ferie non le faccio”  questo è un messaggio molto chiaro, se foste il genio della lampada come gli rispondereste? “Va bene, non farai le ferie!”  Se pensate che tutto è possibile potrete ancora farcela a partire ad agosto, e se decidete per delle ferie alternative magari girando in esplorazione la zona vicino a casa, non fatelo con l’idea che “avete pochi soldi” ma perchè volete scoprire ciò che di bello è vicino a voi, è un’esperienza diversa che può essere piacevole divertente e ricca di sorprese.

8) Se giocate, giocate bene! Ovvero, prima di giocare cancellate tutti i pensieri limitanti tipo “Vincono sempre gli altri” , “E’ questione di fortuna e io non ne ho “,  “Vince chi ha già tanti soldi”,  “Prima o poi vincerò….” ,  “Vincere è difficile” .  Inoltre specificate bene quando e dove volete vincere.
Vincere la lotteria è troppo vago, volete vincere soldi o oggetti? Quale lotteria? Quella della pesca di beneficienza? O quella di capodanno? Se non si specifica magari vincete una lotteria gratuita online e la vostra richiesta sarà stata esaudita anche senza la grossa vincita di soldi che veramente volevate. Se giocate al lotto specificate in quale estrazione  volete vincere, con esattezza “Faccio terno sulla ruota di…. con i numeri…… nell’estrazione del giorno….” Altra cosa importante molti guardano i numeri dell’estrazione con atteggiamento negativo “Vediamo quanto avrei vinto” (e non sanno ancora se hanno vinto o meno) oppure dubitano e dicono “Vediamo se ho vinto” o ancora  verificando che hanno perso dicono “Ho perso e dicono la cifra del jackpot” questo è un grave errore, al massimo avete investito per la prossima vincita i soldi della giocata.

9) Ricordatevi più volte al giorno quanto siete ricchi e fortunati, oggi avete pranzato? Vi siete svegliati in un letto? Potete farvi la doccia? Avete due paia di scarpe,due magliette e un paio di pantaloni? Potete imparare qualsiasi lavoro, siete andati a scuola, potete leggere e scrivere, siete in salute, vi muovete, potete vedere? In realtà siete già ricchi ma non ancora  consapevoli.

10) Cercate di cambiare pensiero sulle banche. La maggior parte delle persone dice che le banche non danno interessi, che hanno tassi alti e così danno energia a queste realtà.
Cambiate anche pensiero sulle bollette “Chissà quanto mi arriverà sto mese!” e su come fate la spesa, ogni tanto  rilassatevi non guardate sempre il prezzo di quello che comprate.

11) Ricordatevi che siete i creatori della vita che vivete, se vivete con una mentalità da poveri, sarete poveri anche guadagnando 10.000 euro al mese e non vi basteranno comunque. Se vi sentite invece ricchi e siete sicuri che i soldi che volete vi arriveranno in ogni caso, darete il via ad una serie di coincidenze che vi stupiranno.

12) Ponete attenzione alle parole trappola NON, MAI, SEMPRE, CONTRO perchè la legge dell’attrazione agisce cone se queste parole non esistessero. Se siete contro la povertà arriverà povertà, se siete a favore di un tenore di vita alto, arriverà il tenore di vita alto.

Queste informazioni sono valide per qualsiasi cosa vogliate attrarre nella vostra vita, non solo per i soldi.
Iniziate a preparare le valigie, perchè ad agosto andremo tutti in vacanza, basta decidere la destinazione!

sacco-di-soldi

18 Commenti

Lascia un commento
  • fabio

    Grazie tante,anche io ho scoperto da poco “il segreto” e sto trovando tantissime persone che in un modo o nell’altro vogliono aiutarmi,sono arrivato al segreto piano piano, lettura dopo lettura,film dopo film,goccia dopo goccia e anche numeri che mi fanno sempre fermare,che mi hanno fatto dire “è impossibile che non c’è qualcos’altro che non so”, ho una vita e una famiglia fantastica,ma me ne accorgevo pochissimo ero sempre preso dalle preoccupazioni e senza lavoro con due figlie piccole non è facile,eppure dopo un anno a casa siamo ancora nella stessa grande accogliente casa in affitto vicino al mare,pago tutto quello che devo pagare,non ci facciamo mancare niente e sto per aprire un’attività che sarà sicuramente un successo,e lo sapete il bello qual’è? Non ho un soldo bucato in questo momento ma sono felice per altri milioni di motivi,prima ero sempre incazzato,litigavo spesso con ma moglie ma la legge d’attrazione è stata immediata perchè già sapevo che l’amore è bello,quindi il salto è stato immediato,mi sento come se avessi il telecomando in mano, succedono cose straordinarie,dal lato economico sto trovando più difficoltà ma son sicuro di farcela,un’altra cosa strana è che ho provato a giocare al superenalotto un euro e cercare di usare la legge,la prima volta ho preso un numero e gli altri mi sembravano molto vicini e mi è venuto in mente a quando qualche volta giocavo al lotto uscivano sempre numeri vicini (EX 21-22 88-89) e ho cercato di convincermi che non era così…rigioco la stessa schedina e ne ho presi 2 e gli altri 4 tutti sbagliati di 2 numeri (EX 21-23 88-90) ho pianto dalla felicità,ho capito che sicuramente ho già vinto,che ho già tutto per essere felice ma se voglio di più devo aprirmi di più,non so come ma non è mia competenza..giusto??

    Rispondi
  • francesco

    ho letto il suo articolo molto utile e costruttivo, soprattutto per chi come me è interessato ad un percorso di crescita personale, qualcosa che mi facesse essere più ottimista nelle relazioni e nella ita in generale, ma non so da dove cominciare. Vorrei chiederle, se possibile, cosa è la scrittura di sfogo.La saluto cordialmente

    Rispondi
  • annalisa

    salve,volevo chiedere se e possibile attivere la legge d’attrazione per poter avere una relazione stabileconcreta con una persona in particolare?? premetto che c’e una storia cn qst persona attualmente me nn e’ stabile,come io la vorrei, e poi e fidanzato..mi cchiedo come mai ho creato tt cio’?? e se posso rimediare? grazie

    Rispondi
  • Massimo

    Seguo da circa un anno i concetti della “Legge d’Attrazione”, ho letto numerosi testi, e fatto anche un corso. Sono anche interessato all’aspetto chiamiamolo più scientifico della disciplina, e cioè alla sua connessione con la fisica quantistica ed il cosiddetto “Collasso d’Onda” che avviene al momento dell’osservazione.
    Cerco quotidianamente di fare miei determinati concetti e di applicarli, anche se al momento con scarsi risultati. Sicuramente è mia intenzione approfondire sempre più l’argomento, perché interiormente credo ad esso e soprattutto spero di poter ottenere quanto prima dei risultati che possano avvalorare le tesi in essa contenute.
    Fatta questa breve premessa, mi sono sempre chiesto come può La legge d’Attrazione avere una corresponsione con i grandi disastri (vedi ad es. Haiti), ed in modo particolare con tutto ciò che investe anime innocenti come i bambini.
    E’ vero che il popolo di Haiti sapeva di vivere su una terra profondamente instabile, ma quanto davvero questo può incidere con una tragedia di dimensioni inimmaginabili? perché vengono coinvolte persone innocenti? Che tipo di pensieri potevano avere queste persone per far si che a loro succedesse questo? Quanto è invece dettato dal caso piuttosto che dalla nostra capacità di creare le nostre vite? Quando guardiamo le persone di successo, identifichiamo in loro alcune caratteristiche comuni, che normalmente la maggior parte dei libri che trattano questo tipo di argomenti evidenzia, sottolineando che se anche noi adottiamo precisi comportamenti e atteggiamenti mentali avremo molte più possibilità di raggiungere uno stato di benessere. Però, mai nessuno, almeno per quella che è la mia esperienza, si è soffermato sulle differenze, e cioè che persone con idee, valori, comportamenti, credenze e atteggiamenti mentali diversi, o addirittura diametralmente opposti hanno ottenuto ugualmente successo. In modo particolare nessuno si è mai soffermato su un altro argomento, e cioè: quante sono le persone che pur adottando precisi comportamenti e modelli di pensiero non hanno raggiunto quello stato di appagamento e benessere personale tanto decantato? Noi tendiamo, sostanzialmente, a considerare l’unico o i pochi “vincenti”, ma non teniamo conto dell’enorme schiera che pur applicandosi nella maniera più corretta non è riuscita ad arrivare sulla vetta prestabilita e continua a vivere rincorrendo il proprio sogno. Pensiamo ad esempio alla professione che abbiamo scelto, all’incontro con la nostra compagna o compagno, alla scelta di vivere all’estero, ad un improvviso arricchimento o impoverimento: quante di queste cose sono avvenute secondo i piani?
    Quindi la domanda è:
    Siamo veramente noi a dominare la nostra vita? O sono gli eventi altamente improbabili che la dominano?
    E’ la nostra natura che ci spinge ad architettare a posteriori giustificazioni della comparsa di tali eventi per renderli meno casuali di quanto non sia in realtà? O la causalità non ha senso?
    Capisco che potrebbe essere complesso rispondere a questa specie di dilemma, e capisco anche che ciò in cui uno crede diventa poi la “sua” verità, ma se riuscissimo a fare un minimo di chiarezza, forse, una risposta convincente, che ovviamente non pretendo esca solamente in questa sede ma dovrebbe essere discussa e trattata più volte e da più fonti, potrebbe aiutare molti di noi a strutturare meglio le proprie vite, e magari a sentirsi meno frustrati dal caso…

    Rispondi
    • donatella marzaro

      Buongiorno Massimo, grazie del tuo commento, fonte di tanti spunti e possibilità di chiarimenti.
      PEr quello che riguarda il terromoto o altre “catastrofi naturali” sono create da un pensiero di massa.
      Prova solo ad immaginare quante persone sono convinte che nel 2012 finirà il mondo, quante sono convinte che la “Terra” si ribellerà, quante sono convinte che con il 2012 finirà una serie di catastrofi naturali e non che sono iniziate alcune anni fa, e che segneranno il cambiamento.
      Infine pensa a tutte le persone che sono contro alla guerra, contro la fame del mondo, vogliono vendetta. Tutti questi pensieri si accumulano e creano di conseguenza.
      Stando alla legge d’attrazione, se tutti pensassero che l’aria fosse pulita, ci fosse amore e comprensione e che l’inquinamento fosse minimo o zero, creeremmo il mondo esattamente così, con aria pulita, amore e non inquinato.
      Per quello che riguarda il lavorare per ottenere qualcosa e non riuscire ad attrarlo, bisogna vedere caso per caso, quanto e come si è lavorato per attrarre qualcosa, quali pensieri e paure ci sono dietro, quanto si è disposti veramente a raggiungere quell’obiettivo.
      Molti pensano che la legge d’attrazione sia un semplice modo per ottnere con facilità tutto, è così solo se si crede profondamente di poter ottenere tutto con facilità, purtroppo ti assicuro che pochissime persone credono di meritare qualcosa che desiderano e ancora meno pensano che lo meritano senza faticare.
      Cercherò di approfondire comunque entrambi i temi nei prossimi articoli.
      Grazie ancora per le riflessioni. A presto.
      Un abbraccio di luce, Donatella

  • Luisa

    Cara Donatella infinitamente grazie per i tuoi consigli, sei stata chiarissima, ora posso concentrarmi meglio per creare positività, prosperità e abbondanza. Ti tengo aggiornata se trovo soldi in terra….ah..ah..ah
    Anche a te un abbraccio di luce
    Luisa

    Rispondi
  • antonella

    “Esempio: Voglio trovare 100,00 ogni settimana in terra”
    ……..ANCHE IO!!!……………….

    ahahah scherzi a parte. in effetti la domanda è interessante : come va collocata l’affermazione rispetto alla dimensione tempo?
    C’è chi sostiene che andrebbe addirittura formulata al passato come se GIA’ si fosse ottenuto l’obbiettivo però ,a volte,l’ho sentita un po’ come una forzatura.
    Complimenti per l’articolo

    Rispondi
    • donatella marzaro

      Ciao Luisa e ciao Antonella.
      La frase più corretta è “Trovo 100 euro ogni settimana in terra”.
      Le parole “voglio”, “desidero”, “spero” creano voglia, desiderio, speranza.
      Spesso è un termine vago e soggettivo. Se ti dico ci sentiamo spesso potrebbe essere 10 volte al giorno ma anche 10 volte al mese, cioè che per te è spesso, non lo è per tutte le altre persone. Lo stesso è per presto. Ora, subito, domani sono invece precisi. Dopo lo eviterei, perchè anche questo è soggettivo e può essere frainteso.
      Io consiglio di usare una frase al presente, il futuro è troppo lontano, per esempio “guadagnerò 100 euro extra” ma quando? E comunque la mente dice “si…ma c’è ancora tempo…guadagnerà…prima o poi…”
      Il passato è anch’esso un tempo un po’ “pericoloso” perchè se ti dico “guadagnavo 100 euro…” tu (e la mente inconscia) potrebbe dire: “si, guadagnavi…prima…e ora???”

      Per quello che riguarda i soldi a terra per realizzarla devi ripulire tutti i pensieri relativi ai soldi trovati. Una parte di te sicuramente li prenderebbe ma un’altra parte penserebbe a chi li ha persi? E se fanno parte del bottino di una rapina? E se la persona che li ha persi ne ha più bisogno di me? E saranno puliti? Anche a livello fisico… Sai di solito ci viene insegnato a non raccogliere da terra qualcosa perchè potrebbe essere sporco.
      Infine…… Facci sapere se li trovi e in che strada, così magari passiamo anche noi! :-)

  • Luisa

    Ciao Donatella, ho bisogno di un chiarimento:nella legge dell’attrazione hai detto che le frasi trappola sono: NON,MAI,SEMPRE,CONTRO.Dobbiamo stare attenti solo a quelle o anche a tutti gli avverbi di tempo?Come ad esempio: SPESSO,SUBITO,PRESTO,ORA, DOPO,DOMANI etc.
    Esempio: Voglio trovare 100,00 ogni settimana in terra. Questa frase è corretta?
    A presto Luisa

    Rispondi
  • antonella

    Bravissima! Bel post ,concreto ed intelligente.

    Rispondi
    • donatella marzaro

      Grazie Antonella, Lucia, Stefano e tutte le persone che hanno segnalato questo articolo e mi hanno testimoniato quanto sia importante il pensiero positivo. Un abbraccio di luce.
      Donatella

  • marco

    Meraviglioso articolo ,un iniezione di fiducia e positività conncordo in pieno su tutto.
    Stò cambiando il mio modo di vedere l’universo e devo dire che qualcosa si stà muovendo,a proposito di gratitudine ….Grazie grazie grazie !

    Namastè – Marco

    Rispondi
    • donatella marzaro

      Grazie a te Marco, la gratitudine è uno strumento molto prezioso. Ho imparato da “the Secret” a tenere il mio sasso della gratitudine in tasca, per ricordarmi di essere sempre grata, anche per le cose che ci sembrano “negative” perchè sono necessarie per apprezzare i futuri successi.
      Un abbraccio di luce Donatella

  • Francesca De Roma

    avendo per molti anni studiato le medicine alternative, cosidette orientali, ho fatto mia questa filosofia di vita, vivo molto bene, la vita in genere è fatta di alti e bassi per una legge di compensazione,i momenti bassi bisogna viverli in modo positivo, pensando che servono per raggiungere il momento successivo alto, è una continua e costante crescita di vita.
    il nostro pensiero comunque va sempre proiettato al positivo,se intendiamo avere e vivere una vita felice e gioiosa dobbiamo volerla e allora arriva.

    Rispondi
  • stefano

    Ciao Donatella, da tempo mi sono scritto e ripetuto a voce alta l’obbiettivo di raggiungere un certo importo economico, attraverso la mia attività lavorativa, che suona così:( Io ………. attraverso la mia attività di agente immobiliare, guadagno € ……entro il 30/12/09) in realtà, comincio a sentirmi un pò sfiduciato per una serie di affari non andati a buon fine e dubito un pò sulla capacità di raggiungere l’obbiettivo,tralaltro ho anche un socio profondamente negativo che si concentra semopre sulla crisi e su ridurre i costi. Questa tua mail sul funzionamento sulla legge dell’ atrazione mi ha dato coraggio e consapevolezza..Un abbraccio Stefano— Se hai qualche ulteriore consiglio ?

    Rispondi
    • donatella marzaro

      Ciao Stefano, la prossima volta prova a mettere degli obiettivi mensili, che sono più facili da tenere sotto controllo. Essendo la data il 30/12/09 potrebbe succedere che ti arrivi tutto in una sola volta.
      Cerca di non farti influenzare dal socio, e mantieni alta la tua energia. Sono sicura che raggiungerai l’obiettivo. Un grande abbraccio Donatella

  • Lucia

    Ciao cara.
    Complimenti bellissimo articolo. Sei sempre fantastica. Un abbraccio Lucia

    Rispondi
  • tiziana

    ciao Donatella, è da poco che ho conosciuto la legge di attrazione e, anche se sono sempre stata una persona positiva, in verità ho sempre cercato di mettere da parte denaro per eventuali imprevisti. In verità ho sempre vissuto bene e ho sempre lavorato per potermi permettere un pò tutto ma da qualche mese ho cambiato atteggiamento, infatti ora spendo, non per il superfluo, ma se c’è un bell’abito in vetrina lo compro e vivo benissimo con il mio piccolo stipendio e pagando persino la rata di un prestito. Insomma, è vero che quando non focalizzi l’attenzione sulle “mancanze” tutto assume un profilo e una dimensione diversi, ti senti proprio il padrone del mondo (relativamente alla tua vita), io lavoro, arrivano altri lavoretti per arrotondare, faccio molti viaggi (low cost ma nell’arco dell’anno cerco di vedere tanti posti) e intanto costruisco la mia casa, pensando sempre che avrò sempre soldi per farcela … il bello è che ne sono convinta.
    Grazie

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento