Oggi ti parlo di un argomento un pochino osé: come aiutare una donna a mettersi nello stato necessario per raggiungere un orgasmo.

 

Oltre alle mie specifiche esperienze, ho raccolto centinaia e centinaia di punti di vista femminili e quasi tutti, convergono su di un aspetto: se una donna vuole avere un orgasmo deve eliminare dalla propria testa paure e ansia.

 

Ripeto con parole diverse: se una donna vuole avere un orgasmo, deve lasciarsi completamente andare, sentirsi al sicuro, priva di ogni minima tensione e paura.

 

Ciò denota una differenza sostanziale tra l’uomo e la donna: il vero centro sessuale della donna è il suo cervello, mentre nell’uomo è il suo organo genitale.

 

Dunque, mentre noi uomini ci eccitiamo principalmente in base agli stimoli visivi che riceviamo dall’esterno (ci basta anche una semplice rivista per eccitarci), per le donne il desiderio dipende da tutta una serie di componenti emotive e sensoriali.

Credo che questa sia una delle differenze più importanti che gli uomini dovrebbero comprendere, quando fanno o vogliono fare l’amore con il proprio partner.

 

Insomma, caro amico che leggi, è bene che tu sappia che problemi di lavoro, famigliari, relativi ai figli, ansia, scadenze e mancanza di comunicazione tra i partner, possono letteralmente “bloccare il desiderio sessuale” della tua signora.

 

Il calo della libido della tua compagna, infatti, può dipendere da almeno due fattori diversi:

  • un problema ormonale;
  • da stimoli emotivi e sensoriali che non la fanno sentire tranquilla e che anzi, la mettono a disagio e le creano ansia.

 

Pertanto, la prossima volta che ti dirà che ha il famoso “mal di testa”, e magari questa cosa si protrae da parecchio tempo, anziché pensare egoisticamente al tuo orgasmo quotidiano, chiediti dov’è, realmente, la sua testa.

Scommetti che ha un grosso problema che la tormenta?

Accetti un consiglio banale? Parla con lei.

 

Aiutala a spiegarti cosa la preoccupa tanto e, soprattutto, ascoltala. Spesso il problema può essere risolto con poco, altre volte No. Quello che conta e che ti fai trovare al suo fianco, al momento giusto.

 

Nell’ultimo libro/ebook  che ho scritto, che uscirà a marzo, “Cosa vogliono le donne?”, ho dedicato tutto l’intero settimo capitolo a raccontare come le donne vivono il sesso. Vi trovi consigli come quelli esposti in questo post e tanto altro ancora.

 

Se sei un uomo e sei veramente interessato a capire e amare le donne, ti consiglio di smetterla di pensare egoisticamente al tuo esclusivo orgasmo quotidiano e cominciare a fare uno sforzo per cercare di coinvolgere nel orgasmo anche la tua donna.

 

E stai attento: ho parlato di “coinvolgere” e non, di ricerca delle performance sessuali tanto care agli uomini.

 

Del resto, sbaglio o l’amore si fa in due?

 

Troppo osè l’argomento? Dai, dammi il tuo feedback, lasciami un commento al post.

Giancarlo Fornei

4 Commenti

Lascia un commento
  • giancarlo fornei

    Cara Eva,
    sono veramente contento che anche tu, come molte altre donne, confermi quanto ho scritto.

    E mi auguro, con tutto il cuore, che anche qualche maschietto possa leggere il post e farlo proprio.

    Un abbraccio

    Rispondi
  • Eva Amato

    Caro Giancarlo, sono perfettamente d’accordo su tutto ciò che hai scritto! Questa tua comprensione profonda della sessualità femminile infatti, deriva proprio dal fatto che tu, attraverso il tuo lavoro, hai conosciuto e parlato con moltissime donne.
    Il fatto che una donna raggiunga o meno l’orgasmo è dovuto prevalentemente ad una questione mentale e come dici tu l’ansia e lo stress sono i peggior nemici del piacere supremo! Spesso gli uomini si preoccupano di aiutare la propria compagna a raggiungere l’orgasmo, cercando “tecniche fisiche”, posizioni o acquistando sex toys.
    Tutte queste cose vanno benissimo, ma la prima cosa da fare, come dici anche tu, è parlare con la propria donna e soprattutto ascoltarla.
    In questo modo lei si sentirà amata e compresa e potrà finalmente godere delle gioie dell’orgasmo, abbandonandosi fra le braccia del suo (felice) uomo.

    Rispondi
  • giancarlo fornei

    Cara Danila,
    grazie a te, per leggermi…
    Dall’8 marzo, parto con un ciclo di conferenze in giro per l’Italia (la prima è a Lucca), spero ci siano anche tanti maschietti, cui dare questi ed altri consigli…
    un bacione

    Rispondi
  • Danila

    Ciao Giancarlo,
    sono una donna e che dire … hai ragione!
    Spero che molti ascoltino i tuoi consigli, soprattutto quello di parlare con le donne e cercare di capire che cosa le preoccupa e quale pensiero le disturba.
    Grazie!
    Danila

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento