Ecco fatto, hai controlato ancora una volta di aver preso tutto: Itinerario, biglietti, vestiti, spazzolino da denti…hai chiuso la valigia e ora ti avvicini alla porta per uscire e iniziare il tuo viaggio.
Prima di chiudere a chiave la porta controlli che tutto sia veramente apposto, poi esci, fai un respiro profondo, l’aria fresca e pulita entra nel tuo corpo, i raggi del sole illuminano la tua pelle e chiudi la porta.

Stai partendo per il tuo meraviglioso viaggio, e non penserai più a quello che è rimasto a casa per tanto tempo. Poco importa se il telefono suonerà, tu ora sei diretto al tuo obiettivo.

Hai chiuso dietro di te la porta e con essa tutto ciò che non porterai con te nella valigia. Quindi le credenze limitanti, i pensieri negativi,i dubbi,  i consigli di amici che per il tuo bene ti consigliavano di non partire o almeno di riflettere.

Ora ci sei tu e la valigia, stai andando verso la stazione.

Mi piace immaginare il tuo viaggio verso il tuo traguardo come un viaggio in treno perchè il treno spesso fa fermate intermedie e i tuoi compagni di viaggio potrebbero cambiare ad ogni stazione in cui il treno passa.

Anche in questo viaggio verso il tuo obiettivo incontrerai tante persone, alcune staranno accanto a te pochi minuti come i passeggeri che non trovano un posto a sedere e camminano nei corridoi dei treni. Altri staranno un po’ seduti accanto a te in silenzio, altri parleranno tutto il tempo,  qualcuno ti saluterà prima che tu arrivi alla meta, altri dopo, qualcun’altro scenderà alla tua fermata.

Sei arrivato al binario e stai salendo sul tuo vagone, davanti alla porta fai un respiro profondo, sai che salendo inizierà il viaggio.

In questi giorni ho immaginato chi sei e qual’è la meta che ti sei prefissato. Forse sei un venditore,in questo caso il “salire sul vagone” è contattare un nuovo potenziale cliente.

Forse sei una persona che vuole dimagrire, in questo caso il primo passo è prenotare una visita da uno specialista.

Se sei uno studente è pianificare lo studio, se sei in cerca di una relazione è riprendere ad uscire ed entrare in contatto con altre persone.

Il primo passo spesso è piccolo ma di fondamentale importanza.

Se mai vai in stazione, mai prenderai il treno. Non puoi passare la vita sperando che il treno si fermi davanti alla porta di casa tua e ti invitino a salire. Il primo passo lo devi fare tu.

Potrebbe essere decisamente duro fare questo primo passo. Hai presente quando fai sport ed era da tanto che non ti allenavi? Finita la tua ora di allenamento ti senti sfinito, e pensi “non ce la farò mai…” ma il giorno dopo, seppur dolorante, ti svegli e continui la tua vita.

Decidere di agire e lasciare dietro di te i pensieri che non ti servono può richiedere del tempo, ma va fatto.

Può capitare che mentre vai in stazione ti ricordi di aver dimenticato qualcosa a casa e ritorni indietro, non ti preoccupare succede a tantissime persone. L’imortante è che poi riprendi ad agire, esci e vai verso il tuo obiettivo.

Tra qualche giorno salirò sul treno e ti accompagnerò verso la tua seconda tappa. A presto e buon viaggio!

4 Commenti

Lascia un commento
  • bartolo

    Ciao Donatella, mi piace molto la tua “metafora del viaggio verso il tuo obiettivo” perchè rende più pratico misurare a che punto siamo con i nostri obiettivi. Grazie

    Rispondi
  • giuseppe arena

    Ciao Donatella,
    L’immaginazione è un potente strumento in possesso di tutti e che può essere molto utile quando si vuole raggiungere un obiettivo specifico, visualizzare, ad esempio, ripetutamente una situazione facilità la sua realizzazione pratica.
    Grazie
    Giuseppe ARena

    Rispondi
  • Andrea

    Bellissimo articolo…!:)

    Rispondi
  • Lucia

    Grazie Doni con questo tuo bellissimo articolo…

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento