Comunicazione efficace, leadership vincenteAlcuni dei più comuni difetti riguardanti la leadership possono essere risolti aumentando la propria abilità di comunicazione: la qualifica di leader infatti non dipende solo dalle proprie competenze professionali, ma anche da quanto efficacemente si riesce a interagire con il proprio team; ma cosa è la leadership?

Il gruppo è il fulcro di ogni leadership, ciò da cui dipende  in larga misura il successo o il fallimento di un progetto. Ogni membro, per mantenere un alto livello di prestazioni, deve poter lavorare in un clima sereno, avere un obiettivo chiaro davanti a sé ed essere motivato e responsabilizzato riguardo il lavoro da svolgere. Tutti queste caratteristiche possono essere incrementante utilizzando una comunicazione efficace.

Leadership, motivazione e comunicazione

Motivazione ed entusiasmo non possono scaturire da un leader con uno stile comunicativo piatto, asettico. La comunicazione di grandi obiettivi o ideali deve necessariamente arrivare con un carico di energia positiva a braccetto. Prima di parlare, quindi, un leader dovrebbe pensare a tutto ciò che può innescare in lui sensazioni positive e, in un secondo momento, lavorare sul trasferimento dello stato emotivo durante la comunicazione con il gruppo.

Allo stesso modo, è importante instaurare un approccio comunicativo strategico nell’esporre al gruppo gli obiettivi a cui mirare. Quasi il novanta per cento degli imput sensoriali del nostro cervello viene da stimoli visivi. Se si è in grado di dipingere un quadro chiaro dei traguardi che si vogliono raggiungere, il team sarà immediatamente in grado di vedere per quale futuro sta lavorando. Ogni dettaglio che il leader riuscirà ad aggiungere sarà un tassello di puzzle in più per i propri collaboratori, che potranno quindi prefigurarsi uno scenario più completo e più reale, in grado di incrementare la motivazione.

Comunicare vuol dire anche saper ascoltare

Leadership e strategie comunicativeUn altro aspetto fortemente influenzato dalla comunicazione è la capacità di collaborare. Motivare una squadra significa anche invitarla ad assumersi maggiori  responsabilità, un processo che richiede una certa attenzione nei modi comunicativi. È necessario definire chiaramente il risultato finale desiderato, sviluppare e concordare le mansioni e, soprattutto, richiedere un feedback durante tutta la durata del progetto.

Il parere dei collaboratori è molto importante: permette di accorgersi di eventuali falle e di correggere la rotta evitando conseguenze negative ma, soprattutto, è una potenziale fonte da cui attingere idee, consigli, soluzioni. Comunicare, infatti, vuol dire anche saper ascoltare: per quanto intelligente e professionale un leader possa essere, potrebbe non avere tute le risposte. Per questo ascoltare i propri collaboratori è, oltre a una prova di fiducia che aumenta in loro motivazione e autostima, una vera e propria strategia di “problem solvinig”.

La comunicazione è uno degli aspetti cruciali della leadership: da essa dipendono i rapporti interni al gruppo e tra leader e collaboratori e, in ultima analisi, il successo o meno del leader stesso.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento