Pro e contro della leadership autoritariaIl concetto di leadership è molto ampio e può essere declinato in modi diversi, a seconda dell’indole di ciascuno: esiste il leader emozionale, empatico e molto attento ai bisogni del team, il leader carismatico, visionario e ispirato, e il leader autoritario, con un approccio molto diverso rispetto ai precedenti.

Se infatti il leader emozionale mette al centro dei suoi interessi i collaboratori e quello carismatico è concentrato sull’obiettivo da raggiungere, la leadership autoritaria si caratterizza per un forte accentramento dell’attenzione nei confronti del leader stesso.

Seguendo questo stile, tutto viene fatto in base ai propri interessi e desideri, escludendo a priori interventi, consigli e proposte provenienti da qualsiasi alta parte. È facile notare come questa leadership attiri ben pochi consensi e, nel lungo periodo, crei un clima di tensione e malcontento tra i membri del gruppo, che si vedono esclusi da qualsiasi processo decisionale, poco valorizzati e poco stimolati.

Vantaggi e svantaggi della leadership autoritaria

Un leader autoritario è convinto che il suo approccio sia il migliore perché permette di ottenere ottimi risultati in tempi brevi, dato che tutto il processo di “brainstorming” e di condivisione con il gruppo viene saltato a piè pari. Il comportamento di questo tipo di leader si può riassumere in un’unica frase.

Si fa come dico io, quando dico io, come dico io

Ma questo metodo funziona davvero? Non proprio. Un atteggiamento di questo tipo può essere efficace solo se due condizioni vengono rispettate.

Prima di tutto, il progetto e i metodi del leader devono essere i migliori possibili, al di là di qualsiasi ragionevole dubbio. Talmente buoni da non sollevare critiche da parte di nessun membro del team. In secondo luogo, un comportamento simile può essere accettabile solo per un breve periodo. È solo quando le circostanze denotano una forte urgenza infatti che un gruppo è disposto a seguire senza obiezioni un leader di questo tipo, sopportando anche “vessazioni” e tensioni ma solo perché temporaneamente giustificate dalla situazione.

Il “miglior risultato nel minor tempo” di cui si vanta il leader autoritario è figlio di sacrifici non ripagati, malcontento e tensione, che nel lungo periodo portano allo sfaldamento di un team.

La leadership autoritaria a tempo indeterminato

Leadership autoritaria: funziona veramente?Un gruppo che non viene coinvolto nel processo decisionale, che non viene stimolato e che, al contrario, subisce quotidianamente la carica aggressiva del leader autoritario non è destinato a durare a lungo. I comportamenti negativi del proprio leader infatti provocano risposte altrettanto negative.

Il team potrebbe perdere motivazione, interesse e impegno nel proprio lavoro, portando a una forte riduzione di produttività e qualità; l’assenteismo sul lavoro, dovuto a ragioni fisiche o psicofisiche, potrebbe aumentare; i membri del team potrebbero iniziare a reagire in modo brusco agli atteggiamenti del leader, contribuendo ad aumentare la tensione sul posto di lavoro e uccidendo la comunicazione.

Mettendo su una bilancia svantaggi e vantaggi della leadership di tipo autoritario, è facile intuire da quale parte penda l’ago. Per lavorare in un clima sereno, ottenere risultati di qualità e puntare a un miglioramento costante, è meglio abbandonare questo tipo di leadership e scegliere un approccio meno autoritario e più attento alle persone e agli obiettivi.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento