0 oggetti | €0

Leadership Aziendale: 3 consigli utili

La leadership è un processo sociale per la quale una persona (il leader) è in grado di influenzare pensieri, comportamenti e atteggiameti altrui e di guidare un gruppo (i suoi “seguaci”) verso un obiettivo comune.

Come costruire una buona leadership aziendaleA livello aziendale è bene distinguere tra la figura del manager e quella del leader: mentre il focus del manager è sui risultati e sui dati, quello del leader è sulle persone, sulle strategie da attuare per motivare e stimolare al massimo i collaboratori e portare tutta la squadra al successo.

È facile intuire che il quadro ottimale si ha quando leadership aziendale e management riescono a fondersi in un’unica persona, in grado sia di creare un gruppo efficiente e motivato, sia di gestire e tenere sotto controllo gli obiettivi e i compiti di ciascuno.

Ma quali sono le “linee guida” che ogni leader dovrebbe seguire per poter lavorare in armonia con il proprio team e raggiungere i propri obiettivi?

Sviluppare una leadership aziendale

1- In primo luogo è fondamentale instaurare relazioni proficue con il proprio gruppo di lavoro. Sviluppare un rapporto umano con i propri collaboratori, imparare ad ascoltarli, a prendersi cura di loro è il primo passo per guadagnarsi la loro fiducia.

Come leader, è indispensabile che chi lavora con te si fidi delle tue decisioni, ma senza un rapporto di stima e rispetto reciproci è impossibile che questo accada. Se i membri del tuo team non si fidano di te, la gestione del lavoro può divetare davvero difficile. Se, al cotrario, sanno di poter contare sul tuo appoggio, motivazione, produttività e impegno aumenteranno in modo del tutto naturale.

Leadership aziendale: 3 consigli2- Come leader una delle più importanti mansioni che ti competono è quella di assegnare i compiti ai tuoi collaboratori. Per farlo nel modo migliore è prima di tutto indispensabile che tu conosca bene i punti di forza e quelli di debolezza del tuo team, in modo da poter prendere le decisioni più adatte.

In secondo luogo dovrai dar loro delle istruzioni. La comunicazione nella leadership, a questo punto, si dimostra uno strumento preziosissimo per il raggiungimento degli obiettivi: è impotante che ogni membro del suo team abbia ben chiaro in mente il suo ruolo, i suoi compiti e i traguardi a cui deve arrivare.

Devi imparare a comunicare con loro in modo chiaro e fermo, lasciando spazio alle trattative se possibile, ma dimostrando che l’ultima parola è tua. Evita l’aggressività, ma imponi la tua personalità.

Leadership e formazione

3- Come ultimo step nella tua crescita, ricorda che un buon leader è sempre informato sulle ultime novità del suo settore. Quindi libera la tua curiosità e cerca ogni strumento, corso o metodo per rimanere aggiornato, in modo da conservare il ruolo dil punto di riferimento di tutto il tuo team: i tuoi collaboratore dovrano guardare a te come il modello a cui aspirare.

Nel tuo percorso verso l’ottimizzazione della leadership aziendale, tieni bene in mente questi tre consigli: uniti a competitività, intraprendenza e, ovviamente, intelligenza, ti aiuteranno a percorrere al meglio la strada verso il successo!




0 commenti /

Lascia un commento →

Lascia il tuo commento