Leadership aziendale e risultatiParlando di leadership aziendale si ha spesso l’idea che il concetto riguardi esclusivamente il modo di gestire le risorse in termini di approccio, comunicazione e motivazione, e che si situi totalmente al di fuori delle dinamiche che regolano gli obiettivi finanziari ed economici dell’azienda.

Nei fatti però le due realtà sono strettamente collegate e, sebbene raramente vadano ad intersecarsi, viaggiano in modo complementare verso lo stesso traguardo. Per quanto infatti la classica divisione tra leadership aziendale e management rimanga valida e preveda un leader focalizzato sulle persone, e un manager concentrato sui dati, le due figure agiscono in collaborazione per ottimizzare le risorse dell’impresa e mantenere (o migliorare) il fatturato, ognuna utilizzando i mezzi che ha a disposizione; ma come è la leadership nelle imprese italiane?

Leadership aziendale per sviluppare l’impresa

Il leader in un impresa ha il compito di creare un vero e proprio spirito di gruppo all’interno del suo team, di motivare la sua squadra trasmettendo l’importanza del raggiungimento dell’obiettivo e incoraggiando ogni membro affinché sia in grado di dare il massimo ogni giorno.

Il suo è un ruolo relazionale, ma è strettamente collegato al buon andamento dell’azienda, anche se in modo indiretto. Questo perché, sebbene le grosse decisioni e i contratti più importanti vengano siglati tra dirigenti e amministratori, il lavoro concreto, quotidiano e dettagliato è affidato a dipendenti e collaboratori. Avere quindi un gruppo motivato, con un leader in grado di essere guida, punto di riferimento e collante per l’intero team, è senza dubbio uno stimolo a dare il meglio di sé per un ogni lavoratore.

Un leader capace è in grado di portare il suo team verso il successo o, al contrario di trascinarlo verso il fallimento più profondo. Proprio come l’allenatore di una squadra di calcio, un buon leader deve conoscere i suoi collaboratori, capire qual è il ruolo più adatto a ciascuno di loro e costruire uno schema di lavoro vincente. Deve inoltre avere la giusta sensibilità per riconoscere le tensioni interne prima che esplodano, di modo da mantenere un ambiente di lavoro sereno e produttivo.

Quando la leadership aziendale non funziona

 

Leadership aziendale e obiettivi economiciIn mancanza di queste caratteristiche il leader – e tutto il suo gruppo – difficilmente riuscirà a raggiungere gli obiettivi prefissati. Se non è in grado di ascoltare i suo collaboratori, di saper tirare fuori i l meglio da ognuno di loro, se non riesce a gestire i conflitti e a trasmettere alla sua squadra il suo entusiasmo e a motivarne ogni membro, tutto il gruppo è destinato a sfaldarsi: il lavoro diventa pesante così come l’aria che si respira in ufficio, la produttività diminuisce e gli errori aumentano.

In condizioni simili l’azienda può solo venire danneggiata, ed è bene – prima che questi danni diventino irreversibili –  operare dei cambiamenti. Se correggere una previsione di bilancio può diventare molto problematico, modificare la rotta della leadership aziendale – attraverso un ricambio di risorse umane – è relativamente più sempl

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento