L'importanza della comunicazione per la leadershipLeadership e comunicazione efficace; dando uno sguardo al passato, potrai renderti conto facilmente di come tutti i grandi leader della storia siano stati anche dei grandi comunicatori, da Lincoln a Kennedy, passando per Martin Luther King e arrivando Steve Jobs.

Leadership e comunicazione significano la capacità di esprimere i propri pensieri e di trasmettere il proprio entusiasmo attraverso una comunicazione che sia efficace e appassionata è un tratto fondamentale per poter costruire una leadership vincente e duratura nel tempo.

Leadership e comunicazione: la comunicazione come base per una leadership solida

C’è chi pensa sia un’abilità innata e chi invece sostiene sia una capacità da acquisire con il tempo e l’esperienza, ma comunque la si voglia vedere, è innegabile che la comunicazione sia alla base di ogni strategia di leadership: un buon leader è sempre anche un buon comunicatore.

Come mai questi due concetti sono così uniti? La ragione di questa connessione sta nella natura stessa del ruolo del leader, che non viene – nella maggioranza dei casi – imposto dall’esterno, ma deciso tra i membri del gruppo. Chi si trova in questa posizione quindi lo deve, al di là dei meriti professionali, alla sua capacità di relazionarsi con gli altri in modo positivo, capacità che emerge grazie all’uso di una strategia comunicativa efficace.

Ma la comunicazione del leader, oltre a puntare alla costruzione di rapporti personali solidi, ha un secondo grande obiettivo: la motivazione. Che si tratti di motivare un popolo o più semplicemente un team di lavoro, è solo attraverso il processo comunicativo che il leader può trasmettere la forza dei suoi ideali e la passione per il suo operato, così da creare la giusta motivazione affinché il gruppo possa lavorare dando il massimo per raggiungere l’obiettivo condiviso; leadership aziendale, ecco i segreti dell’imprenditore.

Leadership e comunicazione: questione di tempismo

 

Comunicazione e leadership: due concetti inseparabilIl tempismo nella comunicazione è un altro elemento che incide molto sul successo di una leadership. Sapere cosa dire, come dirlo e soprattutto quando dirlo è una caratteristica per lo più innata, basata su intuito ed empatia, e che difficilmente può essere insegnata.

Chiunque nel suo piccolo ha sperimentato in prima persona quanto una frase detta al momento giusto possa risollevare una giornata nera o, al contrario, far degenerare una semplice discussione in un litigio furibondo.

Un buon leader deve avere a che fare con questo tempismo “emotivo” ogni giorno e con chiunque parli, sia che si tratti dell’ultimo dei suoi collaboratori, sia che invece si tratti del presidente di una multinazionale. E’ di una sfaccettatura all’apparenza banale, ma che in realtà può ribaltare una situazione portandola da completo disastro a successo strepitoso, o viceversa.

La comunicazione, insomma, è un aspetto della leadership che va curato fin nei più piccoli dettagli, che riguarda il discorso in pubblico, le dichiarazioni ai media, i meeting ufficiali e le piccole interazioni quotidiane. Perché un buon leader si giudica anche per ciò che dice, non solo per ciò che fa.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento