Modello di Hersey e Blanchard per la comunicazione aziendaleIn quest’ articolo ci occuperemo di valutare il rapporto tra leadership e comunicazione. In particolare, valuteremo un modello sistemico elaborato dagli studiosi Hersey e Blanchard negli anni ’80.  In tale modello la leadership risulta categorizzata in 4 stili differenti, in base ai contesti situazionali, e delle risorse umane coinvolte.

Di conseguenza il leader, in base alle caratteristiche del collaboratore, e’ in grado di stabilire lo stile che ritiene piu’ adeguato al contesto. Vediamo di seguito e nel dettaglio questi elementi che caratterizzano il rapporto tra leadership e comunicazione.

La leadership è importante in diverse sfere della vita dell’uomo, da quella comunicativa passando per quella emozionale fino agli ambiti aziendali, ecco come la leadership aziendale è necessaria per vincere nel business.

Leadership e comunicazione: prescrivere e persuadere

Il primo elemento da analizzare nel rapporto tra leadership e comunicazione, riguarda il prescrivere. E’ tipico nella gestione dei collaboratori con basso livello di professionalita’, o poca esperienza. Consiste nel chiarire in modo dettagliato e specifico l’ insieme delle mansioni da svolgere, in modo unidirezionale.  L’ utilizzo dello stile di comunicazione deve essere ben preciso, senza dare adito ad equivoci, autorevole ma mai eccessivamente autoritario.

Il secondo elemento da analizzare riguarda il persuadere. E’ tipico nella gestione dei collaboratori con basso/medio livello di professionalita’. Sebbene le modalita’ comunicative si mantengano in modo unidirezionale, e’ possibile arricchire le spiegazioni in modo da portare esempi pratici, ed argomentazione di sostegno. E’ ovvio lo stile autorevole non autoritario.

Leadership e comunicazione: coinvolgere e delegare

 

Modelli di riferimento per la comunicazione aziendale Il terzo elemento da analizzare riguarda il coinvolgere. E’ tipico nella gestione dei collaboratori con medio/alto livello di professionalita’. In tal caso, le modalita’ comunicative sono di tipo bidirezionale, con un coinvolgimento attivo di quest’ ultimo, mediante una serie di esempi, domande aperte, e la possibilita’ di poter discutere su eventuali opinioni e punti di vista soggettivi che possono apportare miglioramenti al risultato finale. L’ autorevolezza ma anche una certa condizione di parita’ sono fondamentali per riuscire al meglio.

Il quarto elemento da analizzare riguarda il delegare. E’ tipico nella gestione dei collaboratori con alto livello di professionaltia’. In tal caso le modalita’ comunicative sono di tipo sempre bidirezionale, ma in tal caso quest’ ultimo puo’ in modo autonomo, assumersi responsabilita’ e decidere il modo giusto di poter agire, secondo le proprie aspettative.

Il modello fin qui esposto, viene ancora oggi considerato come un ottimo riferimento in merito agli studi sui contesti della leadership, ed e’ quello che ha permesso di poter capire come il leader si distingue dal manager, con le opportune valutazioni positive e negative.  Le ricerche in tema di leadership e comunicazione, hanno portato alla considerazione di valutare come avvengono le varie trasformazioni nello stile direttivo, e come queste ultime possano essere utili ai contesti produttivi.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento