0 oggetti | €0

Leadership e Management: quali differenze?

Avatar di Più Che Puoi
Scritto da Più Che Puoi in Leadership, con 3 commenti.

Leadership e management sono la stessa cosa?Spesso i termini  leadership e management vengono utilizzati quasi fossero intercambiabili tra loro. Ma è veramente così? All’interno di un’azienda in realtà un leader e un manager sono nella maggior parte dei casi due persone diverse.

Certo, lavorano a braccetto per condurre il proprio team verso uno stesso obiettivo ma, in termini “formali” appartengono a gruppi di competenze separate. C’è poi il – raro – caso in cui un manager si dimostra essere anche un ottimo leader, ma non sempre ciò accade.

Al fine di poter applicare il giusto approccio a ogni situazione, è importante capire che leadership e management sono due concetti differenti, combinabili tra loro e per certi versi complementari, ma differenti.

Confondere le due figure sarebbe come pensare che un idraulico e un elettricista facciano lo stesso lavoro. Ovviamente non è così: frequentano (più o meno) gli stessi ambienti, condividono alcuni degli strumenti del mestiere ma, nel concreto, le mansioni che svolgono sono molto diverse.

Leadership per le persone, Management per le cose

La leadership è un concetto molto ampio che include tutte le abilità, gli atteggiamenti e i comportamenti in grado di motivare e spingere le persone verso un obiettivo comune. Il leader deve intrattenere relazioni interpersonali serene con i suoi collaboratori, deve ascoltarli e sapere che punti toccare per spronarli.

Tutte queste caratteristiche spesso portano il leader a occupare posizioni di rilievo all’interno dell’organigramma aziendale: responsabile del team, di reparto o di un’intera società. Tuttavia, ciò che caratterizza la leadership non è l’autorità “formale” ma la capacità di portare il proprio gruppo verso uno stesso traguardo.

Il leader, insomma, ha come focus le persone, il suo team, con il quale deve riuscire a interagire nel modo migliore, adottando la strategia comunicativa più efficace, mostrandosi empatico, degno di fiducia e di stima. Deve diventare il punto di riferimento non solo lavorativo, ma anche personale per il suo gruppo, di modo da poter essere considerato una vera e propria guida in grado di trascinare tutti verso il successo.

Leadership e Management insieme per il successoIl management riguarda invece una posizione “formale” conferita a una persona da parte dell’azienda, della società o dell’organizzazione in generale di cui fa parte. Lo scopo del manager è gestire nel miglior modo possibile il proprio progetto, affinché tutto prosegua senza intoppi, in modo ordinato e fruttuoso.

Per raggiungere questo obiettivo il manager si impegna in attività quali il controllo del budget, la gestione delle risorse umane, la definizione degli obiettivi a breve, medio e lungo termine, l’approvazione dei piani di marketing ecc ecc…  Tutte queste mansioni richiedono una posizione formalmente autoritaria, che è però un concetto che non ha nulla a che vedere con le dinamiche comunicative e psicologiche dei rapporti umani.

È proprio qui infatti che il manager si distanzia maggiormente dal leader: se nella leadership quello che conta sono le persone, per il management il focus va indirizzato sulle “cose”: dati, fatturati, documenti, approvazioni, schede tecniche… niente di tutto ciò interessa in modo diretto i propri collaboratori, o sottoposti.

Verso una convergenza tra leadership e management

Cos’è più utile per un’azienda, un leader o un manager? L’unica risposta giusta è “entrambi”. Ogni organizzazione infatti richiede entrambi i set di competenza. Le due figure devono lavorare insieme, completandosi l’una con l’altra.

Il management  gestisce le risorse, crea i piani di lavoro e  fornisce gli strumenti adatti per poter lavorare nel modo migliore. La leadership invece imposta il lavoro del gruppo e stimola ogni componente del team di modo da poter ottenere il miglior risultato possibile. Solo se entrambe le parti lavorano sostenendosi a vicenda  un’organizzazione può dirsi davvero vincente.




3 commenti /

Lascia un commento →
  • Anthony W. Anderson

    Nelle aziende il problema nasce dal fatto che caratteristiche della leadership e competenze del management possono non coincidere nella stessa persona. Un manager, nominato dai vertici di un’azienda, può non essere riconosciuto come leader dal gruppo che gestisce. Mentre un leader informalmente riconosciuto dal basso raramente ottiene nomina manageriale.

  • Dillon Y. Clarke

    Nelle aziende il problema nasce dal fatto che caratteristiche della leadership e competenze del management possono non coincidere nella stessa persona. Un manager, nominato dai vertici di un’azienda, può non essere riconosciuto come leader dal gruppo che gestisce. Mentre un leader informalmente riconosciuto dal basso raramente ottiene nomina manageriale.

  • Shawn W. Meadows

    In campo politico, gli analisti strutturali studiano la leadership politica piuttosto che i rapporti tra élite e cittadini o il comportamento politico dei cittadini. Una scelta dettata prevalentemente dalla necessità di applicare alla popolazione analizzata tecniche laboriose su dati relazionali che non sempre possono essere trattati con il metodo del campionamento.

Lascia il tuo commento