Costruire la leadership personaleQuando si parla di leadership spesso si ha in mente un concetto da applicare a un gruppo, a delle relazioni sociali che implichino la presenza di più di una persona: una squadra di calcio, un team aziendale, un gruppo di amici.

Ma esiste anche una diversa declinazione di questo concetto, ossia la leadership personale. Cosa significa essere leader di sé stessi? Significa avere la volontà e la capacità di stabilire una direzione e una destinazione per la propria esistenza, scegliere degli obiettivi e stabilire quali sono i diversi step per raggiungerli, avere una visione lucida del futuro e fiducia nei propri mezzi.

Questo tipo di leadership include diverse qualità che, se non sono già insite nella personalità dell’individuo, devono essere sviluppate con il tempo e l’esperienza: coraggio, responsabilità, impegno, costanza, determinazione, automotivazione… tutte caratteristiche indispensabili per avere successo nella vita.

Come si costruisce la leadership personale

La leadership personaleEssere leader di sé stessi è il primo inevitabile passo se si vuole diventare leader anche per gli altri. Certo, non è un processo semplice, e nemmeno veloce, ma si può partire con una sincera analisi della propria persona. Capire quali sono i punti di forza e quelli di debolezza, osservare i propri comportamenti e i propri approcci con gli altri, analizzare le reazioni davanti alle difficoltà. Una volta che questa “base” è conosciuta, si può capire dove andare a lavorare per migliorarsi.

Altrettanto importante per la costruzione di una leadership personale è stabilire degli obiettivi: dove voglio arrivare? Cosa voglio fare? Chi voglio essere? Una volta trovate le risposte a queste domande più generali, si potranno introdurre piccoli traguardi intermedi su cui agire nel concreto.
Ma attenzione: tutti gli obiettivi, sia quelli ad ampio raggio sia quelli a breve termine, devono essere chiari, ben definiti e realistici. In questo modo si potranno osservare i propri progressi in modo consapevole e aumentare la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità.

Leadership personale e motivazione

Non sempre tutto va per il verso giusto. Nonostante l’impegno e le energie che si mettono in gioco, certe situazioni sembrano rimanere bloccate o, ancora peggio, capitolare verso finali nefasti. Una volta accettato questo principio di base, bisogna però curare i propri atteggiamenti davanti agli insuccessi: se non posso cambiare le cose, posso cambiare le mie reazioni!

Diventare leader di sé stessi vuol dire anche  riuscire a trovare la forza e la motivazione per andare avanti durante i momenti meno felici, quando tutto sembra remare contro. Come è possibile? Adottando un approccio positivo e ottimistico nei confronti della vita e non dimenticando mai quali sono i traguardi che si vogliono raggiungere. L’obiettivo finale, se fortemente voluto, è l’unico in grado di donare quell’inaspettata forza propulsiva che permette di rialzarsi anche dopo le cadute più disastrose.

Costruire una leadership personale è essenziale per raggiungere successi a lungo termine e soddisfazione. Non c’è motivo per non iniziare fin da subito a intraprendere questo cammino: quanto vuoi aspettare ancora prima di essere felice?

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento