Il marketing online è in crescita, ma padroneggiarlo non è così facile come molti sembrano volerci far credere. Internet e i nuovi media hanno creato canali diversi in cui portare i propri prodotti, ma il linguaggio non può essere lo stesso che si usa per un giornale o su un cartellone pubblicitario. I principi che regolano questo tipo di marketing sono semplici, anche se è altrettanto facile sbagliare nel marketing online.

Innanzitutto il marketing online punta a creare un’immagine di un brand, che si dirami su tutte le piattaforme esistenti cercando di far sì che il prodotto o il servizio oggetto del marketing, si distingua dalla massa di prodotti e servizi esistenti. Il mercato su cui si svolge il marketing online è decisamente più vasto del marketing tradizionale, e funziona quindi sulla multicanalità e sull’immediatezza. La “rete” corre e il prodotto deve correre alla stessa velocità.

Scopri come il marketing strategico può aumentare le vendite.

Marketing online: ecco come sfruttare al massimo la rete internet per far crescere il proprio brand

marketing online per l'aziendaLe campagne pubblicitarie possono costare, anche molto, e questo crea un muro tra i prodotti e molti potenziali clienti. Su internet non è necessario spendere cifre importanti per ottenere buoni risultati. Quando si cerca di produrre una campagna pubblicitaria di successo sui canali tradizionali occorre impegnarsi, sia in termini di tempo sia in termini di denaro, per raggiungere la nicchia di clienti che pensiamo possa essere interessata ai nostri prodotti. In “rete” in realtà la nicchia di clienti in senso stretto non esiste più.

Digitando poche parole in un motore di ricerca, chiunque può diventare parte della nicchia di clienti che abbiamo in mente per i nostri prodotti, e quindi il marketing non si rivolge specificatamente a un gruppo demografico ma a chiunque abbia quel determinato bisogno da soddisfare. Produrre un banner efficacie e scegliere le parole chiave giuste costa sicuramente meno del costruire una campagna su giornali, tv, radio e cartelloni.

Il marketing online sfrutta poi la forma più vecchia di pubblicità: il passaparola. Se prima dell’arrivo di Facebook e degli altri social network, il passaparola era limitato a una certa zona, e di conseguenza la nicchia rimaneva circoscritta anche geograficamente; ora il passaparola è globale. Chiunque può scrivere un commento, dare una recensione e il prodotto o il servizio oggetto del commento viene in questo modo pubblicizzato, in senso negativo o positivo.

Quando si pensa al marketing online occorre pensare a questo aspetto globale e produrre un messaggio che riesca a superare anche le barriere linguistiche. Diventa quindi fondamentale avere strumenti multilingue, o almeno in inglese. Il marketing online di successo non pensa solo in italiano quindi, perché chi decide di proporsi su Internet si apre a tutti i potenziali clienti di tutti i Paesi in cui ha intenzione di spedire il proprio prodotto o offrire il suo specifico servizio.

I contenuti di qualità, parte essenziale per attrarre potenziali clienti

 

online marketingNel marketing online è anche fondamentale produrre contenuto e questo contenuto deve essere di qualità. Data la mole di contenuti, prodotti e servizi disponibili, diventa di capitale importanza che il contenuto sia sempre il migliore possibile. Sulla “rete” però i contenuti non devono essere anonimi.

Quello che molto spesso il potenziale cliente cerca, è infatti un contatto personale con chi fornisce il prodotto, per sentirsi in qualche modo collegato oltre lo schermo. Questo collegamento avviene spesso tramite video, blog e piattaforme di questo tipo. Produrre contenuti personalizzati è un altro modo anche per distinguersi dalla massa.

Mettere online un sito, con il marketing che ne consegue, significa anche superare la barriera temporale. La “rete” offre un flusso continuo di potenziali clienti, che cercano di soddisfare i propri bisogni, e hanno sempre a disposizione i prodotti per soddisfare questi bisogni. Il marketing online, quindi, lavora sulle ventiquattro ore ma allo stesso tempo deve pensare a conservare i clienti già raggiunti.

Non bastano quindi l’ottimizzazione del sito web e la ricerca delle parole chiave, due degli strumenti principali del marketing online, perché un prodotto attragga clienti in modo convincente. Il rischio, con gli acquisti online, è che una volta ottenuto il prodotto il cliente possa dimenticarsi del sito e di conseguenza del produttore. Il marketing online deve pensare a mantenere un contatto con il cliente, anche oltre l’acquisto. A questo servono le mailing list.

Un cliente che periodicamente riceve notizie, avrà più difficoltà a dimenticare il sito su cui ha comprato il tal prodotto, o che gli ha fornito il tal servizio e, in caso qualcuno della sua cerchia di conoscenze abbia bisogno dello stesso prodotto o servizio; sarà facile inoltrargli la mail per dargli tutte le coordinate necessarie. Non avendo una vetrina davanti cui le persone passano le mailing list, diventano una caratteristica da non sottovalutare nel marketing online.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento