meditazione zen cosa serveLa meditazione zen ha origini antichissime in Oriente ed è ormai da qualche decennio è approdata in Occidente.

La meditazione zen contiene nel suo significato “zen” il segreto della sua essenza.

Questo tipo di meditazione è solo uno dei metodi esistenti nella sfera meditativa mondiale, infatti esistono molti diversi modi di meditare; ma cosa pensa la scianza della meditazione? Ecco la meditazione in rapporto alla scienza medica.

Meditazione zen significa infatti riflettere, fermarsi, pensare.

Nella società di oggi sappiamo che tutto questo ormai non avviene più! Non abbiamo più tempo per fermarci e riflettere a che punto siamo della nostra vita, dove vogliamo andare e se stiamo vivendo la vita che ci compete. Molto spesso decidiamo per conto non di noi stessi, ma di chi ci sta accanto o peggio ancora di estranei o addirittura decidiamo in base alle mode sociali o al pensiero sociale che di fatto non ci appartiene.

La meditazione zen trova quindi nel quadro attuale una importante collocazione dell’individuo inteso come scoperta di sè stesso. La meditazione zen serve quindi a fermarsi a capire in che punto della nostra vita siamo. sarebbe bene ogni tanto fermarsi e capire se siamo veramente realizzati di quel che abbiamo creato sino ad oggi.

Questo aspetto della meditazione zen è sicuramente il principale ma non sono da valutare anche gli effetti secondari ma di fatto molto importanti anche essi. La meditazione zen può servire a rilassarsi, liberare la mente, focalizzare gli obiettivi

. E’stato inoltre rilevato come coloro che meditano sistematicamente hanno una forma di pensiero e decisionale più spiccata rispetto a coloro che non praticano questa arte meditativa.

La meditazione zen inoltre apporta numerosi benefici al sistema nervoso centrale e alla mente contribuendo pertanto al benessere emotivo e fisico dell’organismo. Sappiamo infatti molto bene come sia importante avere una mente sgombra da pensieri per godere di conseguenza anche di uno stato fisico soddisfacente.

Per questa ragione la meditazione zen può essere annoverata come una forma vera e propria di medicina alternativa che dispiega i suoi effetti sul corpo.

 

Altri studi condotti sulla meditazione zen hanno dimostrato che una regolare prassi meditativa diminuisce le ore di sonnomeditazione zen cosa serve? ma ne aumenta la qualità dello stesso, migliora il sistema cardio vascolare con relativo calo della pressione sanguigna ed una regolarizzazione del battito cardiaco.

La meditazione zen ha la caratteristica, al contrario delle altre meditazioni, di modificare il proprio stato di coscienza andando a riparare quei “software” della nostra mente che si installano e che spesso purtroppo ci portano a vedere la vita e gli eventi con occhi negativi.

Si può quindi affermare che oggi la meditazione zen dovrebbe far parte della nostra vita a prescindere dalle mode o dalle tendenze del momento.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento